Espandi menu
cerca
Long Weekend

Regia di Jamie Blanks vedi scheda film

Recensioni

L'autore

mck

mck

Iscritto dal 15 agosto 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 206
  • Post 134
  • Recensioni 1088
  • Playlist 317
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su Long Weekend

di mck
5 stelle

Sirenidi d'allarme.

 

Innanzi tutto è una vergogna e/o un peccato che il remake ( o meglio : reboot : ovvero : quando è la messa in scena - di un buon script 1978 - che "conta") abbia solo due opinioni/commenti nel sito, perciò...manteniamo viva la discussione...e magari finiamola qui...(?)

 

A tutti voi che, perchè ci siete, lo so, là fuori nella foresta di cristallo, asfalto, acciaio, cemento, avete amato "Laggiù nella Giungla" di Stefano Reali ( io una scusante ce l'ho, avevo 10 anni, a quel tempo x es. adoravo Mark Hatley... E nessuno riuscirà a togliermi il dubbio che il film di Reali - no, non sono ancora emotivamente pronto per una sua "recensione"- sia stato girato fra Ostia Lido e gli zoo safari del Lago Maggiore di varallo pombia-agrate conturbia, già di per loro esoticissimi nomi insubrico-ticinesi ), guardatevi in questa pellicola Jim Caviezel [ "Anch'io ho bisogno di riprendermi" dice alla consorte all'inizio del walkabout ( per lui, un viaggio a S-proposito...) : a chi lo dici ! Dal figlio di dio a quello del Capitale + NRA...] surfare contromano ( ma chi sono peter weir, rolf de heer, nicholas roeg, john boorman, george miller, terrence malick, franco piavoli al confronto dell'oneman jamie banks ? )  : non dev'essere stato tanto difficile per lui dopo il golgota e guadalcanal interpretare un siffatto simile pretoriano ( con la...sirena ( dugongo, lamantino, foca monaca ), e mi va l'anima in pena, mi viene voglia, di menare le mani...), ma la domanda è : il regista ( e lo sceneggiatore - Everett De Roche - 30 anni dopo a quale livello interpellato ? ) voleva rendere i personaggi protagonisti ( esemplari : viva l'ukulele ) così idioti, inutili, fastidiosi, dannosi, pericolosi, irritanti ( e il doppiaggio in questo non aiuta. O si...) per confermare e ribadire il concetto base di fondo ( morale retorica esplicita ) o...o no ? Ai posteri...anzi no, poverini, chissà fra altri 30 anni le spoglie di questa ennesima crisi dopo l'ennesimo picco di boom...

 

 

Animali che attraversano la strada abbagliati dai fari, investiti, stirati, spiaccicati looney toons; mozziconi ardentinnescantincendi; bust'e sacchetti di plastica non riciclabile via col vento ( xchè mi vengono in mente gli anatroccoli in confezione da sei dei Simpson ? o i lamantini ( americhe ( dugonghi : oceania e sudest asia ) ) di Marge e i cerbiatti feroci di Lisa : i Simpson, come scopre a sue spese Butters, hanno già fatto e parlato di tutto e prima di tutti ); spray insetticidi spruzzati a vanvera; alberi abbattuti a casaccio; la faccia di Al Gore - dov'è il recente passato alternativo col presidente giusto ?! - in una nuvola di passaggio... Tutto ciò, più che cinema ambientalista (sic) è cinema ambient, pilates, burraco. Invece che l'obbiettivo di una reflex il mirino di un fucile della domenica... Ma sto parlando male solo dei maschietti, e lei, che scopre le meraviglie dell'alimentazione elettrica deviabile ?

 

A voi, che amate lo shining di mick garris, ecco i canguri all'erta tesi nelle ombre della notte al chiar di luna e fari ritt'in piedi... Si, ecco, però quelli almeno possono davvero a loro modo inquietare, come il cursore del gps sempre immobile al centro [ come dev'essere, è la mappa che scorre (oida) : capisco il segnale telefonico, ma quello della triangolazione gps a cielo aperto sgombro visibile non può non esserci, in alcun punto terracqueo : pauuuraaa...]. E, no, il dugongo arrancante a passo-uno fuori campo -stacco- eccolo!, no, non fa paura, fa solo pena, pora bestia ( vedi the most dangerous game ( a sproposito, ho appena rivisto Zodiac : bello : un chi l'ha visto da tot.mln di $, ma bello ). L'assoluta pretenziosità (di questa mia...) mal disposta-ben riposta e dispiegata dal film si riassume così : la bella inq.ra pre finale, post vendetta ( a metà fra il vestito da sposa e the Descent...), del viticcio-germoglio di felce con lancia di fiocina accanto, rovinata dall'homemovie del matrimonio felice.

 

 

Io una volta mi sono perso in montagna.

In questi casi è quasi sempre meglio e cosa buona e giusta seguire l'acqua.

Risultato : ho fatto torrenting sulle chiappe per 500 metri, ma ho lasciato la vallèe e ritrovato la Civiltà.

Colin Eggleston si starà rigirando e scomponendo nel suo ricordo che noi si ha di lui ? Ciò si fa paura...

Nota : che anche l'Australia non sia messa bene come decisioni governative demandate dal Popolo ( consiglio di lettura : Greg Egan ) è utile saperlo per l' """italica""" autostima.

Spero di avervi tediato almeno quanto mi ha divertito la fruizione ( grazi Freccero : Freccero rules ! ) di questo Rai 4 registrato mesi fa e tenuto in serbo per queste settimane di lavoro estivo.

 

Addenda del Dicembre 2022, dopo aver assistito al film originale di trent'anni prima (1978).

Quel che mi ha spinto a dargli un'insufficienza piena, ma non estrema, è che neanche per mezzo secondo si prova empatia per i personaggi e non si vede l'ora che un canguro mannaro inizi a sbranare loro la faccia.
L'empatia non è un obbligo: vi sono grandi personaggi puramente malefici (ma intelligenti) o puramente stupidi (ma divertenti): questi sono dei nefandi stortamente idioti con sfumature di cretinismo delle valli.
Il film originale di De Roche & Eggleston, che pur essendo figurativamente e non solo la copia conforme del revival di De Roche e Blanks (è vero l'inverso, ovviamente) risulta più articolato e sfaccettato, insomma migliore.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati