Espandi menu
cerca
Il discorso del Re

Regia di Tom Hooper vedi scheda film

Recensioni

L'autore

LAMPUR

LAMPUR

Iscritto dal 1 novembre 2006 Vai al suo profilo
  • Seguaci 154
  • Post 9
  • Recensioni 761
  • Playlist 333
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Il discorso del Re

di LAMPUR
6 stelle

Il Di-d-di ss sc-c-c-oo r sso dede-del Re sembrerebbe appunto pura utopia se il futuro del timorosamente complessato Re Giorgio VI non fosse supportato con tenace tigna dal logopedista non accreditato, Lionel Logue, interpretato con commediante affabilità da un eccellente Geoffrey Rush (indimenticato protagonista di Shine) e dalla moglie Elisabetta, una sagace e puntuale Helena Bonham Carter.

Colin Firth ci trasmette con stile tutto il suo disagio (falcidiato dal doppiaggio italiano)   anche      se     l’evoluzione  del rapporto re-logopedista ci soddisfa solo a scatti tanto da giungere prematuramente incompleta ai fatidici “mancano quaranta secondi!” del discorso finale.

E nota a parte per una splendida fotografia curata nel taglio informale, nei grandangoli rivelatori e negli inusuali punti di vista.

Re Giorgio, per gli amici Bertie, soffre di semplice blocco psicologico derivante da infanzia scorbutica, tant’è che con le adorate figlie si produce fluidamente in una graziosa favoletta e che già al primo incontro, il nostro logoshinepedista gli fa incidere su disco (con uno stratagemma) una sua lettura ottimamente scandita. Quello che frega Re Giorgio è che fino all’esplosione dei primi fenomeni mediatici come la radio, l’esposizione e la visibilità pubblica erano comunque limitati allo stretto necessario. Ed il film, dietro la facciata didattica, preme sull’aspetto dell’importanza della comunicazione, di come un “semplice” discorso possa far accettare o meno immensi sacrifici al proprio paese, del come lo si scriva, un discorso, probabilmente ancor più del come lo si legga.

E chi lo scrive poi, come ancora, ed ancor di più oggi, accade, rimarrà un ghostwriter, magari balbettante anch’esso - e della faccenda poco importa al mondo - ma dalla prosa scorrevolmente accattivante.

E - che - guerra  - sia.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati