Espandi menu
cerca
Rumori e tenebre

Regia di Brad Anderson vedi scheda film

Recensioni

L'autore

mck

mck

Iscritto dal 15 agosto 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 173
  • Post 119
  • Recensioni 564
  • Playlist 189
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su Rumori e tenebre

di mck
6 stelle

I pensieri non fanno romure, remuro, morure (morire, a volte, seguiti dalle azioni magari d'altri, o per delle remore), ruuumoooreeee ... rumore bianco in statica di fondo = = = : : : : : : 

 

Come si fa a raccontare una storia di anormalità quotidiana, di follia clinica personale e particolare e di ... sobria devianza morale collettiva  ---[ il "sistema" ... pur anche nella liberal e progredita e proiettata in avanti Seattle, i colleghi e i superiori d'ufficio al lavoro, lo psicologo-terapista, la moglie, i vicini di casa : pregiudizi, inganni 'a fin di bene', fra cui il loro proprio..., altre 'luccicanze' ancor più...'sensitive' e non propriamente scientifiche-mediche-fisiologiche, altre...'presenze' normalizzanti ma incolpevolmente respingenti...per via della loro stessa ... anomala regolarità comportamentale ]--- ?  Beh, è...semplice : basta prestare attenzione ai particolari : senza farsi travolgere da queste 'inezie' costituenti come accade al protag., ma Scorsesianamente ( the Age of Innocence ), Malick.mente ( flora e fauna meccanica ), K.mente ( over look - ultra sound : il silenzio ci unirà per sempre, sempre e sempre ), ovvero : traducendo artisticamente un fatto/momento concreto in poesia visuale [e no, non siamo dalle parti di "the Conversation" (F.F.Coppola e Walter Murch), e nemmeno di "Pontypool" o "Berberian Sound Studio", m'ad ogni modo di un ottimo film non solo nel contesto di Masters of Horror] : il padre che avvicina l'orecchio al costato del figlioletto, turbato dal battito irregolare del cuore del suo bambino : è, "collegato" al pre-finale, 'ovviamente', il Cuore Rivelatore, qui dove però il rumore che ... "tutti (non) sentono" non è quello della circolazione sanguigna di un cadavere, ma il brulicar di larve sulla e nella salma : il concetto di colpa è più sfumato e meno preciso ... ma dati i tempi ( 2° mandato G.W.Bush, jr. ) è altrettanto per l'appunto significativo, ed inoltre si arriva a pensare/sperare fino all'ultimo che l'immagine polposa ed inverminita ormai così certa e sicura, insepolta al di là della porta, non ci venga mostrata ( più che Phenomena od Hostel, il controcanto empatico a...Serbian Movie..." sentire (percepire, vedere (oida), provare) " la violenza ). Se il cuore rivelatore è l'ossessione scorsesiana (taxi driver, the king of comedy, bringing out the dead, the aviator, shutter island), i delitti della rue morgue sono malick-etimoEtnoEntomologici e la lettera rubata è K. : l'evidenza, il controllo, il meccanismo ( la progressione e la riproposizione (ACwO) geometrica ) psicosociale, l'errore, il "Sapere" della Visione ... " Non stai ascoltando !! ", gli rimprovera la moglie. Un mostruoso carassio dorato si salva da repentina morte per asfissia -- rimandandola forse di qualche giorno per la conseguente - un'alternativa di morte, cui non v'è alternativa : mmo mme lo segno - dismissione dell'impianto filtrante -- guardando ( ma come - cosa vedono i pesci fuor d'acqua ? O pure in acqua s'è per questo ) dritto negli occhi il protagonista alias All Sound and Not Silence Make Larry a Dull-bull-full-fool-crazy Boy : 'nemmeno' in Finding Nemo s'è raggiunta una tale commozione, degna di Tod Browning. Vero colpo di scena 'finale' però è ... il Rumore prodotto dai bulbi oculari che durante la fase r.e.m. sfregano contro l'interno delle palpebre chiuse, aperte al sogno : involontari movimenti muscolari onirici in cerca di fuga, pace, senso Vs. ipersensibilità sintomatica-acustica.

 

Masters of Horror 2 = Dopo Next Stop Wonderland e sopratutto il magnifico trittico Happy Accidents ( eternalsunshineofthespotlessmind + the Jacket di John Maybury ) - Session 9 - the Machinist , e prima del fin'ora ultimo - 'controverso' - dittico Transsiberian ( Source Code + It's All About Love di T.Vinterberg ) + Vanishing on 7th Street ( the Road + A Torinói ló ), Brad Anderson - come Vincenzo Natali, Andrew Niccol, Duncan Jones... - cerca una strada, dimostrandosi regista capace e sensibile ( con in­serti di auto head cam ) alle antropoestrusioni.

 

[ Il punto esclamativo rosso ce l'ho messo, ma spero d'esser stato sufficientemente scrauso da ... non aver rovinato il finale spoilerando facendomi intelligere. Tranquillo, non c'è pericolo/problema ! ]

 

Session 9 e the Machinist sono...""conosciutissimi"", ma è Happy Accidents allora a meritare una riscoperta : non ha nulla da invidiare a certo Matheson, senza scomodare Les Jours où je n'existe pas / J.-C. Fitoussi, la Jetée di Chris Marker, Paolo e Francesca. Nel frattempo questo Sounds Like è un valido (post)preludio.

 

"Noi" ( e qui come altrove s'è in tanti ) che crediamo ( e credere è il verbo giusto : implica interesse e bisogno...) in Brad Anderson auspiachiamo una sua ri-nascita, e che non venga trattato dal mercato distributivo come un altro geniale incompreso qual'è --[ A Scanner Darkly ( Waking Life 2.0 ) comprende e restituisce P.K.Dick al meglio ( anche grazie ad un al solito più del solito immane R.Downey, jr. ), mentre la versione 3.0 o X.0 o N.0 di Dazed and Confused ( con P.Arquette ) ...chissà ! ]-- Richard Linklater.  

 

* * * ¼  

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati