Espandi menu
cerca
RocknRolla

Regia di Guy Ritchie vedi scheda film

Recensioni

L'autore

FilmTv Rivista

FilmTv Rivista

Iscritto dal 9 luglio 2009 Vai al suo profilo
  • Seguaci 224
  • Post 80
  • Recensioni 6292
  • Playlist 6
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su RocknRolla

di FilmTv Rivista
6 stelle

La maledizione di Madonna. Nessuna bestemmia o blasfemia, ma Mrs. Ciccone succhia draculescamente via il talento dai suoi uomini. Dal recente amante campione di baseball che non vede più una palla all’amico Rupert Everett il cui decadimento è stato anche fisico, nessuno è stato risparmiato. E così Guy Ritchie, travolto dall’insolito destino dei principi consorti della rockstar. Non a caso RocknRolla, scritto e girato in prossimità di divorzio, è l’inizio della rinascita. Senza Jason Statham ma con Gerard Butler, si torna ai ritmi, ai vezzi e ai vizi di Lock & Stock e The Snatch: tanta ottima musica (Clash, Subways, Lou Reed), un cast di ruvida classe (Tom Wilkinson, Thandie Newton e il già citato Leonida di 300 su tutti) Guy ci racconta la Londra che nuota nella bolla immobiliare e nel traffico di droga - quale attività ripulisce l’altra? - con un ritmo forsennato, dettato da una truffa e un quadro porta fortuna, da legami familiari improbabili, un boss russo (Karel Roden) che sembra Abrahmovich e una matrioska di eventi in cui gli ultimi diverranno i primi. A morire. Si gioca su tutto, regna il politicamente scorretto, Ritchie torna se stesso: l’adorabile, eccitante, rockambolesco guappo da cinepresa che conosciamo.

 

Recensione pubblicata su FilmTV numero 16 del 2009

Autore: Boris Sollazzo

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati