Espandi menu
cerca
Johnny Guitar

Regia di Nicholas Ray vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Neve Che Vola

Neve Che Vola

Iscritto dal 1 aprile 2005 Vai al suo profilo
  • Seguaci 65
  • Post 103
  • Recensioni 184
  • Playlist 1
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su Johnny Guitar

di Neve Che Vola
10 stelle

Attenzione: SPOILERS! Uno dei più bei films che abbia mai visto. L'avrò visto dieci volte intero, e decine a frammenti, in specie il finale. Non esistono parole, per me, per descriverlo. Si è scritto molto sul film, tutto quel che posso dire è che ormai per me è diventato come ascoltare una sinfonia. Lo trovo veritiero in ogni passo, la società è mossa come descritto, dal microcosmo al macrocosmo. Gli scenari sono incantevoli, è come essere in un sogno. Ultimamente ho sentito pareri negativi sull'edizione fatta restaurare da Martin Scorsese, che ho appena comprata in dvd in inglese con sottotitoli in inglese, e vista precedentemente al cinema. Le i rimprovera di aver perso la tonalità che tutti gli amanti del film conoscono, per lasciare il posto a colori molto accesi, ma molto simili al technicolor. Credo che la versione di Scorsese sia corretta, senza falsature. Posseggo anche un alttro film della Republic in Trucolor, Hellfire, ed i colori sono simili. Forse era la copia italiana, o la pellicola che perdeva i colori originali, e li rendeva ancor più da sogno ad occhi aperti. Ad ogni modo, il film rimane eccezionale dall'inizio alla fine, al di là del colore. E' un grande film, e lo sarebbe anche in bianco e nero (più o meno.....), basta sentire la voce di Emma che grida "Ora vengo lassù, Vienna!" (sia doppiata che in originale), per capire quanto sia potente questo film. Oppure, la stupenda scena in cui Vienna suona il piano: si entra nel saloon per mezzo di Emma, e si stà davanti a Vienna a sentire il suo discorso cosi' perfetto, toccante, che culmina nella caduta della gamba di Turkey... se non è armonia questa, non sò proprio in cosa possa consistere! Le minacce al ragazzo spaventato che guarda Vienna, Vienna che gli dice "Salvati, Turkey!"...e la scena viene conclusa dalla stessa Emma che esce dal saloon ormai all'apice della follia. Se non è grande cinema questo, non vedo quale film possa essere chiamato "grande"...Turkey che grida "Hai promesso, signor McIvers, hai promesso"....Le due rivali che si fissano nel finale, mentre la musica sottolinea ciascun personaggio mentre viene inquadrato, per tornare alle due donne in stato di trance...il modo differente delle due quando escono allo scoperto.....Vienna che rimane paralizzata mentre stà per sparare, il grido di Ballerino Kid e tutto l'odio che Emma gli spara addosso, il primissimo piano del volto di Kid che cade sottolineato dal ff orchestrale (è il punto più drammatico del film), Emma che cerca l'avversaria caduta alla quale Kid ha salvato la vita, la musica che aspetta solo lo sparo di Vienna come punto culminante, pure questo è musica, ed il corpo di Emma che rotola nel rigagnolo mentre Johnny aiuta Vienna a rialzarzi...Vienna che guarda quello che è accaduto a Kid, lo sguardo di Ward Bond come in trance, come se vedesse per la prima volta...la canzone memorabile di Victor Young e Peggy Lee...L'inizio del film, con la musica cosi' senita e profonda...tutto questo, e molto altro, fanno di Johnny Guitar uno dei films della mia vita, e non ho parole da aggiungere al mio delirio di fissato del film!


Sulla trama
Bellissima, ma conta, come sempre, la realizzazione. A mio avviso, i punti culminanti sono al posto giusto al momento giusto. Semplicemente grandioso!

Sulla regia di Nicholas Ray
In ginocchio di fronte a questo regista, che almeno in questo caso ha fatto l'impossibile!

Sull'interpretazione di Joan Crawford
Memorabile!

Sull'interpretazione di Johnny Guitar
Memorabile!

Sull'interpretazione di Mercedes McCambridge
Memorabile in questa performance che è semplicemente perfetta, niente affatto esagerata. "Ora vengo lassù, Vienna!"

Sulla colonna sonora
Fantastica, drammatica, "compulsive and passionate" come Martin Scorsese ha definito il film stesso.

Cosa cambierei
Niente. Ho vissuto nel saloon di Vienna, alla miniera di Kid...sono tutti posti sacri, per me, come lo è il film.

Su Joan Crawford

Memorabile!

Su Johnny Guitar

Memorabile!

Su Mercedes McCambridge

Memorabile in questa performance che è semplicemente perfetta, niente affatto esagerata. "Ora vengo lassù, Vienna!"

Su Nicholas Ray

In ginocchio di fronte a questo regista, che almeno in questo caso ha fatto l'impossibile!

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati