Espandi menu
cerca
Terra di confine - Open Range

Regia di Kevin Costner vedi scheda film

Recensioni

L'autore

jonas

jonas

Iscritto dal 14 gennaio 2008 Vai al suo profilo
  • Seguaci 161
  • Post -
  • Recensioni 2655
  • Playlist 14
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Terra di confine - Open Range

di jonas
7 stelle

Due mandriani, arrivati in un villaggio, si scontrano con il boss locale che vorrebbe cacciarli. Costner evita saggiamente di rifare l’inarrivabile Balla coi lupi: ossia, gira un western senza gli indiani (solo una volta si accenna a quando circolavano ancora da quelle parti); del film precedente mantiene però il respiro classico e l’ariosità dei grandi spazi, almeno nella prima parte; nella seconda chiude i personaggi in un ambiente urbano e li fa arrivare alla resa dei conti. È un western che si prende i suoi tempi, lascia che i due protagonisti intreccino lunghi dialoghi sornioni; si ammoscia fin troppo nella parte centrale, anche per “colpa” della Bening che serve a introdurre una scontata sottotrama sentimentale. Ma in verità c’è una tale esibizione di luoghi comuni, del resto chiaramente voluta (ripulire un paese infestato dai prepotenti: quante volte abbiamo visto questa storia? ricordiamo che una ventina d’anni prima Costner aveva recitato in Silverado), da rendere difficile il giudizio: sembra di trovarsi in quella scena di Sogni d’oro in cui un tizio stronca l’ultimo film di Don Siegel in quanto coacervo di luoghi comuni e un altro lo esalta per come gioca con i luoghi comuni. Comunque la cosa migliore è la sparatoria finale: interminabile, sporca, confusa, totalmente non apollinea; non commetterò il sacrilegio di tirare in ballo Il mucchio selvaggio, ma insomma il concetto è quello.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati