Espandi menu
cerca
Unseen

Regia di Yoko Okumura vedi scheda film

Recensioni

L'autore

undying

undying

Iscritto dal 10 giugno 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 124
  • Post 41
  • Recensioni 2995
  • Playlist 58
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Unseen

di undying
1 stelle

Al peggio non c'è fine: questo il motto ormai da attribuire alla "Blumhouse", sponsor dell'inclassificabile debutto dietro la macchina da presa da parte di Yoko Okumura. Come ormai ci ha abituato Jason Bloom, "Unseen" non è un horror e nemmeno un thriller. Sfiora la commedia, senza intenzione da parte degli autori, ma non fa mai ridere.

 

unseen-2023

 

Mentre è impegnata al lavoro, l'impiegata di un mini-market, Sam (Jolene Purdy), riceve una telefonata da Emily (Midori Francis), una ragazza sconosciuta che, rimasta praticamente cieca per avere smarrito gli occhiali, cerca disperatamente di sfuggire al suo ex fidanzato, intenzionato ad ucciderla. Per riuscire ad orientarsi nel bosco che la circonda, Emily punta a farsi guidare da Sam, destinata a farle da Cicerone tramite una videochiamata. A complicare ulteriormente la situazione è una cliente del negozio (Missi Pyle), alla quale Sam ha rubato il cellulare per continuare ad assistere Emily. 

 

unseen-trailer

Unseen: Jolene Purdy

 

Questa volta, tenuto a battesimo dalla Blumhouse, è il delirante debutto della poco promettente Yoko Okumura, regista (e altrove sceneggiatrice) dalle idee poco chiare, in parte offuscate da uno script terribile (anticipato, alla base del racconto, dal più riuscito Cellular, 2004, di David R. Ellis), opera di Salvatore Cardoni e Brian Rawlins. Al solito, nelle ultime produzioni promosse dalla casa il titolo è profetico, annunciando come "invedibile" questo chiassoso insieme di sequenze esageratamente recitate e messe in scena, montate in maniera schizofrenica per abuso di split screen, con spregiudicate derive nel grottesco (il personaggio di Missi Pyle sembra essere modellato sul carattere di un cartone animato, nello specifico sulla figura di Crudelia De Mon). Le azioni dei personaggi non sfiorano mai, nemmeno lontanamente, un minimo di realismo così come, a livello psicologico, le loro personalità hanno la consistenza della barzelletta. Che la Okumura avesse consapevolezza di girare una commedia potrebbe essere alquanto discutibile, apparendo il risultato finale un thriller del tutto mancato, involontariamente slittato nel comico. Come tendenza caratteristica della Blumhouse, finalizzata ad agganciare le simpatie della critica orientandosi verso politiche progressiste (aspetto questo apprezzabile, ma che nulla c'entra con la qualità cinematografica dell'opera), le due "super eroine" sono "diverse": Sam è stata sin da piccola ghettizzata per via della sua stazza fisica, mentre Emily - oltre ad essere fortemente miope - è un'asiatica. I caratteri dei personaggi di sesso maschile (ovviamente bianchi, chiaramente americani) non sono pervenuti, a cominciare dalla figura di Charlie (Michael Patrick Lane), il fidanzato di Emily che, invece di festeggiare per essere stato abbandonato da questo genere di fidanzata, reagisce in maniera surreale, sempre in un contesto involontariamente ironico. Con l'aggiunta di una terribile colonna sonora, abbinata alla fotografia cavaocchi e a riprese da delirium tremens, Unseen merita di essere eletto a capo dei peggiori titoli "horror" del nuovo millennio. E ce ne vuole, per raggiungere questo poco invidiabile primato...

 

maxresdefault-2

Unseen: Midori Francis e Jolene Purdy

 

"Il telefono cellulare, o telefonino. La più grande invenzione dell'umanità dopo la ruota. Una scoperta che ha rivoluzionato il mondo. Il mondo senza pareti, senza muri, senza segreti. L'incomunicabilità che va a farsi fottere. Fine della privacy. Sappiamo tutto di tutti."

(Dino Risi)

 

Trailer  

 

F.P. 12/03/2023 - Versione visionata in lingua inglese (durata: 76'24") / Data del rilascio USA/Canada: 07/03/2023

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati