Espandi menu
cerca
Nostalgia

Regia di Mario Martone vedi scheda film

Recensioni

L'autore

manilorosa

manilorosa

Iscritto dal 23 maggio 2022 Vai al suo profilo
  • Seguaci 2
  • Post -
  • Recensioni 1
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Nostalgia

di manilorosa
8 stelle

“Non ho parole...”, così ha commentato Mario Martone il successo del suo nuovo film Nostalgia, in corsa per la palma d’oro a Cannes 2022, sotto gli applausi di un pubblico che ha rinunciato alla standing ovation classica e tipica del festival, sostituendola con grida di un pubblico galvanizzato e sostenuto da una forte presenza italiana in sala. A me, invece, sono venute, le parole. Fluido, bello, emozionante, viscerale, poetico, sociale, triste. Eppure, tutte queste emozioni contrastate si ricongiungono in un’osmosi quasi perfetta e il film lascia una soddisfazione che solo i film dei grandi possono lasciare.

 

Nostalgia, tratto dal libro omonimo di Ermanno Rea, segue la storia di Felice Lasco, che dopo 40 anni vissuti tra Africa e Medio Oriente torna a Napoli nel quartiere della Sanità e deve confrontarsi con il passato dal quale era fuggito. Martone riesce ad eseguire questo adattamento cinematografico in modo perfetto e il film sboccia lungo due ore come un fiore sboccia a primavera. Ogni domanda viene risposta in tempo e ogni piega porta alla conclusione di un potente origami. 

 

Questo è reso possibile anche grazie a interpretazioni magistrali. Quella di Pierfrancesco Favino che dopo Il Traditore ritorna davanti alla scena internazionale in modo unico, interpretando brillantemente il tumulto mentale di Felice.  E quella di Francesco di Leva che esprime, nel suo ruolo di parroco del quartiere, una bontà ed un’estravaganza degna del San Paolo durante una notte di Champions.

 

Nostalgia è una storia di redenzione e dannazione, di bianco e di nero, di luce e di buio, di chiesa e camorra. La storia di un uomo e di una città dove le opzioni alla fine sono solo due: o scomparisci, o scomparisci.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati