Espandi menu
cerca
Estate romana

Regia di Matteo Garrone vedi scheda film

Recensioni

L'autore

mm40

mm40

Iscritto dal 30 gennaio 2007 Vai al suo profilo
  • Seguaci 166
  • Post 16
  • Recensioni 10941
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Estate romana

di mm40
4 stelle

Estate romana, il terzo lungometraggio firmato da Matteo Garrone, è un film sulla disillusione, sulla presa di coscienza dei limiti propri e dell'arte odierna, con particolare ed evidente riferimento al teatro. Fin qui tutto bene, le ambizioni non sono poche e già il regista aveva mostrato di disporre di ottime qualità nei due precedenti lavori; in questo caso però la volontà di aggredire lo spettatore (luci naturali, montaggio spesso secco, pochissime musiche e pressochè mai extradiegetiche - quelle poche sono comunque a carico della Banda Osiris, dialoghi 'veristi') sorpassa quella di imbastire una narrazione logica o accattivante; la trama della sceneggiatura (Garrone e Massimo Gaudioso ne sono gli autori) è frammentaria e indecisa, mentre il fulcro dell'opera si rivela negli scenari metropolitani e nella recitazione degli interpreti. Dotati, sì, ma teatrali in maniera fin troppo esplicita, con una quasi totalità di nomi sconosciuti se si eccettua un paio di comparsate (Victor Cavallo e Paolo Sassanelli). Estate romana è un piccolo (e grande, per le suddette ambizioni) collage che si snoda attorno alla piccola (e grande, nel senso di comune a tanti) storia della protagonista. 4,5/10.

Sulla trama

Un'attrice teatrale torna a Roma dopo anni di assenza, decisa a cambiare vita. Ma i suoi dubbi non sono che amplificati dagli amici disillusi più di lei e dall'estate romana che intanto trascorre.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati