Trama

Al termine di una serata trascorsa in casa di un editore di sinistra, un industriale la cui fabbrica è autogestita dagli operai, lancia ai suoi amici l'idea di mandare una lettera al direttore di un quotidiano di sinistra, chiedendo di partecipare alla guerra del Vietnam. Contrariamente a tutte le previsioni il giornale non la pubblica, ma la lettera esce lo stesso sulle pagine di un settimanale. L'iniziativa degli amici dell'industriale si allarga fino ad ottnere adesioni anche dall'estero perfino da Hanoi. Non potendosi più tirare indietro il gruppo di amici si vede costretto a partire.

Note

Francesco Maselli pedina i suoi amici presi in lunghe discussioni.
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

Peppe Comune di Peppe Comune
7 stelle

Un gruppo di intellettuali di sinistra, durante una delle loro simpatiche festicciole, un pò per gioco e un pò per frustazione ideologica, redigono una lettera in cui si dichiarano pronti a partire volontari per il Vietnam e appoggiare la lotta di liberazione del popolo in armi. Dapprima snobbata, l'iniziativa viene ripresa con grande clamore dai media e quella che sembrava una… leggi tutto

3 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

lamettrie di lamettrie
6 stelle

Un discreto film, che appare però come un’intelligente autocritica a sinistra, che ai tempi la stessa sinistra ha voluto denigrare, ovviamente sbagliando. È una denuncia dei propri mali, operata all’interno della cultura sessantottina: parolaia, depressa e triste. “Siamo nella merda sino al collo” è il Manifesto, non del partito comunista o di… leggi tutto

3 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

kotrab di kotrab
4 stelle

Un critico cinema-verità di contenuto interessante e in teoria stimolante, di taglio registico frammentario e piuttosto nervoso (ma più irritante), nonché ben interpretato, se non fosse per la sua fin troppo accentuata prolissità e per l'aggressività abbastanza flemmatica, tale perché essenzialmente relegata a livello potenziale. 5 leggi tutto

2 recensioni negative

2017
2017

Recensione

lamettrie di lamettrie
6 stelle

Un discreto film, che appare però come un’intelligente autocritica a sinistra, che ai tempi la stessa sinistra ha voluto denigrare, ovviamente sbagliando. È una denuncia dei propri mali, operata all’interno della cultura sessantottina: parolaia, depressa e triste. “Siamo nella merda sino al collo” è il Manifesto, non del partito comunista o di…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
2015
2015

Recensione

bellahenry di bellahenry
7 stelle

Maselli per sua stessa ammissione vuole raccontarci la vita di certi salotti intellettuali contemporanei, ogni personaggio è ispirato a reali intellettuali della sinistra dell’epoca. Il quadro è preciso, tante parole, tantissime, a volte facili da seguire a volte talmente astratte da costringerci a seguirle con grande attenzione. Siamo tra la gente ricca che gioca a fare i…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
2012
2012

Recensione

sasso67 di sasso67
6 stelle

Con qualche eccesso di verbosità, uno dei film più interessanti di Maselli, autoironico ed autocritico, che si presta a più chiavi di lettura: la critica potrebbe provenire sia da destra che dalla sinistra maoista, rispetto a questi intellettuali, quasi organici al PCI. Da questo film - che avrebbe potuto intitolarsi Il Vietnam è lontano - sembra di potersi ricavare che se la Cina è vicina,…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
2011
2011

Vi odio, cari studenti

curiosone49 di curiosone49

Avete facce di figli di papà. Buona razza non mente. Avete lo stesso occhio cattivo. Siete paurosi, incerti, disperati (benissimo) ma sapete anche come essere prepotenti, ricattatori e sicuri: prerogative…

leggi tutto

Una manifestazione sfregiata

curiosone49 di curiosone49

Gli indignati hanno potuto manifestare in tutto il mondo (libero). Solo in Italia a Roma sono avvenuti scontri da parte di criminali che hanno sfregiato la minifestazione, impedendo una libera e civile protesta....1)…

leggi tutto
2010
2010

Crocitti e Sarchielli

hallorann di hallorann

Questa playlist  è dedicata a due caratteristi scomparsi di recente: Vincenzo Crocitti e Massimo Sarchielli. A dire il vero il primo è venuto a mancare oggi a soli 61 anni, il secondo pochi mesi fa.…

leggi tutto

Recensione

mm40 di mm40
4 stelle

Chiacchiere, chiacchiere senza distintivo: chi sono questi intellettualoidi di sinistra, ideologicamente intransigenti ma imborghesiti nei fatti? Probabilmente si tratta della prima (de)generazione da cui non potrà che provenire la crisi della sinistra italiana, con sfaldamento del Pci, cambi di nome, simbolo e linea politica, inversioni a U, accelerazioni improvvise verso il centro,…

leggi tutto
Recensione

Recensione

Peppe Comune di Peppe Comune
7 stelle

Un gruppo di intellettuali di sinistra, durante una delle loro simpatiche festicciole, un pò per gioco e un pò per frustazione ideologica, redigono una lettera in cui si dichiarano pronti a partire volontari per il Vietnam e appoggiare la lotta di liberazione del popolo in armi. Dapprima snobbata, l'iniziativa viene ripresa con grande clamore dai media e quella che sembrava una…

leggi tutto

Recensione

kotrab di kotrab
4 stelle

Un critico cinema-verità di contenuto interessante e in teoria stimolante, di taglio registico frammentario e piuttosto nervoso (ma più irritante), nonché ben interpretato, se non fosse per la sua fin troppo accentuata prolissità e per l'aggressività abbastanza flemmatica, tale perché essenzialmente relegata a livello potenziale. 5

leggi tutto
Recensione
2009
2009

Recensione

hallorann di hallorann
6 stelle

Le divisioni all’interno della sinistra non sono un problema dei giorni nostri, in realtà esistono da sempre, fin dalla nascita dei suoi maggiori partiti. Negli anni sessanta più che mai. Il ’68, i marxisti-leninisti contrapposti ai maoisti, i fuoriusciti del P.C.I. e le spaccature del P.S.I., le derive estremiste finanche terroriste. Francesco Maselli, meglio…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Giornali

Redazione di Redazione

Redazioni, giornalisti, inviati, titoli, tipografie... il quarto potere su carta è apparso spesso nel cinema. Per vantarne le imprese - spesso -, per fascinazione, per contemporaneità. E perché prima di internet e…

leggi tutto
Playlist
2008
2008

Il nuovo corso

spopola di spopola

Lungi da me la voglia di esprimere un giudizio critico!!! (sarebbe quantomeno ingiustifcato perchè mancherebbe oggettivamente il materiale valutativo per evidenziare "riserve" o "elogi"). Considerate quindi questa mia…

leggi tutto
Playlist
2007
2007

Recensione

Dying Theatre di Dying Theatre
8 stelle

Messa a nudo (forse involontariamente) impietosa delle èlites salottiere d'allora e di sempre. Maselli fa sfoggio di virtuosismi registici, sceglie una fotografia grezza e sgranata ed anticipa di trent'anni le montagne russe vontrieriane al fine di meglio rappresentare la "febbrile inafferrabilità" di quegli anni (parola dell'autore). Ne esce un quadro iperrealista, a tratti confuso, non poco…

leggi tutto

filmtv (quando il gioco si fa duro...)

videodrome di videodrome

come ho scritto qualche giorno fa, io compro questa rivista dal 1998. e ogni settimana ho trovato il tempo di leggerla da cima a fondo, di apprezzare la polifonia della critica da varie angolature, di seguire il filo…

leggi tutto
Playlist

ALLARME: COSA SUCCEDE A FILMTV?

ubu re di ubu re

Sono andato in edicola e ho scoperto che FilmTv non è (ancora?) uscito. Dopo l'editoriale della Martini presente sull'ultimo numero, il fatto mi sembra molto grave e non casuale. Leggo che anche altri come me si…

leggi tutto
Playlist
2006
2006
2004
2004
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito