Espandi menu
cerca
Thor: Love and Thunder

Regia di Taika Waititi vedi scheda film

Recensioni

L'autore

tobanis

tobanis

Iscritto dal 21 giugno 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 30
  • Post 15
  • Recensioni 2364
  • Playlist 1
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Thor: Love and Thunder

di tobanis
7 stelle

Inattese velature demenziali e sacrileghe in un film di Thor che è il solito passatempo.

Film della Continuity Marvel che esce dai normali canoni e che avrà creato sconcerto e divisioni varie. Perché ok le avventure di Thor, ma questo film spesso vira nel demenziale, nella battuta, nell’intermezzo comico fuori contesto, in momenti insomma che non hanno un loro grande pubblico, in generale, e non so quanto possano gradirli le grandi platee che accorrono per vedere i fortunatissimi film Marvel. Pertanto, critica perplessa, pubblico pure, mentre a me la cosa è piaciuta e sono più per il sette che per il sei.

La storia va ricordata poco, il cattivo è un ottimo (al solito) Christian Bale, poi…poi il solito, botte da orbi, gran effetti speciali, momenti drammatici se non tragici (forse anche per quello ci sono i momenti comici), una certa stralunatezza generale, et so on.

Piuttosto, c’è un aspetto che vedo che pochi hanno colto. Questo è un film sacrilego, blasfemo, nel senso che va contro gli Dei, ma tutti gli dei; non tanto contro le religioni, ma proprio contro gli dei. Ok, non prende per il culo Dio, Allah, o Jeowah, o altri dei che vanno per la maggiore, ma è chiaro che lo fa, o avrebbe voluto farlo, solo che prende per i fondelli gli dei fittizi del film (vabbè, anche Zeus, ma chi crede in Zeus, oramai? O nella sua esistenza). Nessuno avrebbe permesso un film che si scaglasse con tanta cattiveria (come chiamarla altrimenti) contro le divinità attuali, e allora c’è questo escamotage, in cui Zeus è un fifone, un codardo, un ipocrita, un pagliaccio vero e proprio, ma poi già all’inizio c’è un dio alieno, una vera merdaccia (“Vita eterna? Non c’è nessuna vita eterna! Per voi creature, dopo la morte, c’è la morte! E nel frattempo, adorateci”). Beh che cavolo, ma un film così profano era tanto che non si vedeva, per quanto annacquato e nascosto dalle vicende dei supereroi…Cose simili, boh, mi ricordo il porcone ne L’ora di religione, di Bellocchio, ma ormai 20 anni fa…

Vabbè, comunque film gradevole, grandissime spese, enormi, ma buoni incassi, seppure lontani dal miliardo di dollari.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati