Espandi menu
cerca
Thor: Love and Thunder

Regia di Taika Waititi vedi scheda film

Recensioni

L'autore

imperiormax89

imperiormax89

Iscritto dall'8 settembre 2021 Vai al suo profilo
  • Seguaci 1
  • Post -
  • Recensioni 8
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Thor: Love and Thunder

di imperiormax89
5 stelle

Dissacrazione divina, valore del tempo che resta e esorcizzazione della malattia. C'è tutto questo, anche se non lo da' a vedere...!

THOR: LOVE & THUNDER di Taika Waititi.
 
 
Gorr il macellatore di déi, dopo aver subito un grande torto da uno di loro, giura di ammazzarli tutti. Nel frattempo Thor vaga per la galassia a liberare civiltà oppresse, a modo suo. Quando Gorr prende di mira gli asgardiani, Thor si appresterà a fermarlo. Una sua vecchia fiamma lo aiuterà.
 
Anche stavolta Waititi pigia pesantemente il pedale della commedia. Un po’ caciarona è un po’ demenziale, facendo diventare il film un misto tra Leslie Nielsen e Flash Gordon. La musica dei Guns & Roses è bella presente e le battute ce ne sono ogni 3x4.
In effetti fa’ più rispetto a Ragnarok, ma meno di quanto pensassi.
I personaggi hanno sia lati comici (tanti) sia lati seri (pochi) e che un po’ fanno riflettere, alcuni sono smorzati con ironia.
Vengono trattati temi come la malattia e l’omosessualità in maniera ben contestualizzata e per niente inclusiva come fa’ di solito la Disnei. Ma solo questi temi, occhio.
Il cattivo interpretato da un bravo Christian Bale fa’ il suo, ha una sua motivazione, una sua filosofia è un obbiettivo preciso. Le sue uniche pecche sono il fatto che da “macellatore di dèi” si vede poco e che compie un gesto che non mi ha convinto tanto.
Jane Foster non è male come nuova degna del Mjolnir.
Thor da cazzone qual’é, andando avanti, ha una sua crescita, nonostante alcune sue uscite da cazzaro.
Qui il multiverso non c’è e finalmente, anche se didascalico, spiega quel che è successo senza andarsi a vedere i film precedenti.
La scrittura al solito non brilla, ma almeno si degnano di buttarla sul ridere.
 
 
Chiariamoci, è il classico cinecomic a cazzo di cane, ma non è il peggiore dell’MCU per il semplice motivo che, con la sua prosa, non si spaccia per altro e senza prendersi troppo sul serio. In più, se tanti rabbrividissero nel vederlo di nuovo a fianco degli altri eroi Marvel in futuro, io sono sicuro di una cosa. Conoscendo l’andazzo dell’MCU oggi, sarà l’ultimo se non il più innocuo dei nostri problemi.
 
 
P.S. Secondo me Taika Waititi sarebbe perfetto per girare il remake di Flash Gordon, magari con un cameo di Sam Jones. Ecco, quello sarebbe un progetto azzeccato...! ????
Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati