Espandi menu
cerca
Corro da te

Regia di Riccardo Milani vedi scheda film

Recensioni

L'autore

mm40

mm40

Iscritto dal 30 gennaio 2007 Vai al suo profilo
  • Seguaci 166
  • Post 16
  • Recensioni 10951
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Corro da te

di mm40
3 stelle

Gianni è un imprenditore di successo, sulla cinquantina, piacente e pieno di sé. Il suo hobby è la seduzione: lo pratica su quasi ogni donna che incontra. E la menzogna è lo strumento con cui raggiunge i suoi obiettivi. Tanto da arrivare a fingersi handicappato pur di far colpo su una bella violinista in carrozzina.


Tutti in piedi, scritto e diretto dal francese Franck Dubosc nel 2018, è stato un buon successo di pubblico, tanto da spingere il cinema italiano (nella fattispecie: Wildside e Sky) a riproporlo, naturalmente riadattato per gli spettatori del Belpaese. La sceneggiatura rimodellata porta perciò le firme di Giulia Calenda, Furio Andreotti e del regista Riccardo Milani, proseguendo una ormai solida tradizione che vede in questi anni la commedia nostrana talmente a corto di idee da dover saccheggiare di continuo le coeve produzioni estere. Il problema è che Corro da te – questo il fantasioso titolo scelto per la versione italiana del lavoro – è una storia piuttosto bolsa con ben pochi spunti interessanti e un ritmo francamente troppo ridotto per tenere ancorati allo schermo: le vicende sentimentali di Pierfrancesco Favino e Miriam Leone sono prevedibilità pura e le quasi due ore di durata della pellicola non sono in alcun modo giustificabili (il decollo vero e proprio della trama, per es., è fiacco). Nel cast compaiono inoltre: Giulio Base, Pietro Sermonti, Andrea Pennacchi e, in due particine da guest stars, Michele Placido e Piera Degli Esposti, nel suo ultimo ruolo sul set prima della scomparsa, avvenuta nell'agosto del 2021. Nel prefinale, telefonatissimo, il colpo di scena che apre a una risoluzione frivolamente lieta. 3/10.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati