Espandi menu
cerca
Una vita in fuga

Regia di Sean Penn vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Furetto60

Furetto60

Iscritto dal 15 dicembre 2016 Vai al suo profilo
  • Seguaci 44
  • Post -
  • Recensioni 2014
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su Una vita in fuga

di Furetto60
5 stelle

Ispirato alla vera storia di John Vogel, il film di Sean Penn, da lui diretto e interpretato, non riesce a decollare.

John Vogel, persona realmente esistita e non personaggio di fantasia, è stato un falsario ineffabile, una leggenda nel campo della criminalità; nato il 14 giugno, data che a noi europei non dice niente, ma che per gli americani è una ricorrenza importante: è la festa della bandiera, lui da  istrionico giullare che era ,non mancò mai di celebrarla in modo spettacolare;  viveva con la sua famiglia, la figlia prediletta Jennifer, alla quale insegnava a concepire la vita come una brillante e rischiosa avventura, insieme al  di lei fratellino e alla moglie; nutriva grandi  ambizioni per loro, ma di fatto era un padre e marito assente, un incallito truffatore che per la maggior parte del tempo, vagabondava per le strade statunitensi, accumulando debiti, raccogliendo botte e impelagandosi in attività del tutto illegali. A un certo punto della sua burrascosa vita, dopo un violento litigio con la moglie abbandonò il tetto coniugale e scappò via in cerca di fortuna e altri guai, costringendo la consorte ad arrabattarsi alla men peggio e facendo sprofondare la famiglia nella più nera indigenza. Jennifer  magneticamente attratta del padre e convinta di poterlo redimere, a 16 anni abbandonò la nuova disfunzionale famiglia della madre, in cui era costantemente vittima delle attenzioni sessuali del patrigno, con la colpevole acquiescenza della alcolizzata genitrice, per unirsi al padre, ma nonostante la buona volontà di entrambi, il richiamo del crimine per lui era troppo forte, John assaltò una banca, braccato dalla polizia, si rese protagonista di uno spettacolare inseguimento ,al cui culmine finirà suicida, evitando di farsi catturare per l'ennesima volta, mentre Jennifer si avvierà alla carriera di giornalista . Tratto dalla autobiografia della figlia del protagonista, è una storia poco originale e priva del necessario pathos, anche se il lavoro di Penn regista oltre che attore è volenteroso. Buona la location, il film è così così.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati