Espandi menu
cerca
Un cielo stellato sopra il ghetto di Roma

Regia di Giulio Base vedi scheda film

Recensioni

L'autore

mm40

mm40

Iscritto dal 30 gennaio 2007 Vai al suo profilo
  • Seguaci 151
  • Post 16
  • Recensioni 10294
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Un cielo stellato sopra il ghetto di Roma

di mm40
4 stelle

Una ragazzina romana trova per caso in soffitta un appunto scritto a penna e la foto di una certa Sarah Cohen, una bambina ebrea. Presto, indagando insieme ai suoi amici, la giovane si rende conto che la piccola Sarah fu vittima del rastrellamento dei tedeschi nel ghetto di Roma dell'ottobre 1943. E forse c'è ancora qualcuno che sa cosa accadde realmente a Sarah.

 

Bisogna scindere in maniera decisa e chirurgica le ragioni del film e i suoi effettivi contenuti: in casi come questi sarebbe impietoso e soprattutto ingiusto criticare la scarsa dimensione psicologica dei personaggi e il realismo quasi nullo della trama, tralasciando che si tratta di una produzione televisiva (peraltro dagli standard estetici di tutto rispetto, ma il regista è il buon Giulio Base) e, in primis, di un lavoro destinato alla trasmissione in prima serata nel giorno della Memoria, il 27 gennaio (2021, nel caso specifico). Il cielo stellato sopra il ghetto di Roma ha un buon titolo, le giuste facce per i protagonisti (sia i più giovani – Irene Vetere, Bianca Panconi, Domenico Fortunato – che i meno: lo stesso Base, Aurora Cancian, Alessandra Carrillo, Andrea Garofalo) e delle motivazioni forti: tanto deve bastare, specie se si considera che il pubblico televisivo è abituato a storie ben più frivole, senza tanti spunti di riflessione. Cento minuti nel complesso, con tutti i limiti del cinema 'giovanilistico' che pare più ispirato dagli spot pubblicitari che dalla realtà, ma le forzature della sceneggiatura (Base, Marco Beretta e Israel Cesare Moscati) sono chiaramente volute e dovute per poter portare sul piccolo schermo un prodotto con simili, fondamentali argomenti; apprezzabile quantomeno il colpo di scena finale. 4,5/10.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati