Espandi menu
cerca
Ultima notte a Soho

Regia di Edgar Wright vedi scheda film

Recensioni

L'autore

EightAndHalf

EightAndHalf

Iscritto dal 4 settembre 2013 Vai al suo profilo
  • Seguaci 210
  • Post 52
  • Recensioni 858
  • Playlist 35
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Ultima notte a Soho

di EightAndHalf
7 stelle

Sono due i Wright che nel 2021 hanno realizzato i fetish thriller più stimolanti dell’anno. Seppur nel suo tono più pop e anche fantasiosamente teen rispetto a Joe, Edgar pesca a piene mani dell’immaginario Swinging London 60s per riempirlo di orrori sessuofobici del più fornito repertorio degli horror di un tempo, ma tiene a farlo in un compromettente tono giovanilista che fa pensare a Carrie, a Halloween e a Nightmare.

Thomasin McKenzie accede a un’atmosfera onirica misteriosa che fa capo alla storia di Anya Taylor-Joy, aspirante performer che per sbarcare il lunario deve cedere alle pressioni aggressive di uomini senza scrupoli. E per complicare ulteriormente un’immagine sovraccarica e piena di stimoli Wright immagina il sogno come un viaggio tra gli specchi, in cui McKenzie come falso riflesso osserva il degenerare degli eventi che riguardano Taylor-Joy.

Doppi, sangue e paranoia regnano per tutta la durata del film, flirtando ironicamente coi tarantinismi, le capriole depalmiane e una fotografia appariscente. È vero che rispetto agli illustri predecessori il film ha qualcosa di più edulcorato, e soprattutto si affida a una CGI bizzarra che per qualcuno può anche stonare nel bel mezzo del calderone di citazioni alle artigianalità di Argento o Craven; eppure sembra mettere un punto rispetto a quello che oggi si vuole vedere in un horror e a quello che si voleva vedere un tempo in un horror, senza far pesare nessun assunto teorico e intrattenendo come poche produzioni contemporanee potrebbero sperare. 

Last Night in Soho è un viaggio pirotecnico che annulla l’idea del tematismo sfrontato dei teen horror contemporanei, affidando qualsiasi possibile idea concettuale (misoginia, violenza, ricatto sessuale e adolescenza) a una sorniona e inquieta follia che inghiotte tutto. Uno spasso.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati