Espandi menu
cerca
Odio l'estate

Regia di Aldo Baglio, Giovanni Storti, Giacomo Poretti, Massimo Venier vedi scheda film

Recensioni

L'autore

daniele64

daniele64

Iscritto dal 17 agosto 2017 Vai al suo profilo
  • Seguaci 14
  • Post -
  • Recensioni 750
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Odio l'estate

di daniele64
7 stelle

Il gradito ritorno di Aldo , Giovanni e Giacomo ...

Tre famiglie che non si conoscono , per un disguido dell' agenzia immobiliare , si trovano a dover passare le vacanze nella stessa villetta sul mare . La convivenza non sarà facile ma ....  Questo nuovo film di Aldo , Giovanni e Giacomo compie un piccolo miracolo , a cui francamente non credevo nemmeno io : il ritorno del Trio ad un' opera di buon livello , tra il nostalgico ed il comico , che permette loro di mostrare gran parte della verve umoristica delle origini ( non tutta , eh ! ) . E , da antico loro ammiratore dai lontani esordi televisivi , non posso che esserne felice .

 

Risultato immagini per odio l'estate aldo giovanni e giacomo

 

Probabilmente non è casuale per la riuscita della pellicola il ritorno in cabina di regia di Massimo Venier , che non collaborava con loro da oltre quindici anni . Come non è casuale il fatto che la sceneggiatura sia molto corale , con l' attiva e funzionale partecipazione all' azione di mogli e figli  , che stavolta non sono un semplice contorno . Infatti tutti gli interpreti dei familiari ( anche i ragazzi ) si dimostrano all' altezza dei loro ruoli , con una menzione speciale per Maria De Biase , che finora al cinema non mi aveva mai convinto . Simpatiche ed efficaci anche le piccole caratterizzazioni di qualche nome noto , come l' indolente maresciallo di Michele Placido , l' ex amico vendicativo di Roberto Citran e la special guest di Massimo Ranieri . Carina anche la colonna sonora originale di Brunori Sas . Un film semplice , simpatico , solido , garbato e divertente , pieno di piccole auto-citazioni , con un finale agrodolce ed inaspettatamente malinconico . Un film che mi sento di definire " maturo " , con un ( grosso ) piede nel passato e lo sguardo dritto e aperto nel futuro ( come cantava il grande Pierangelo Bertoli ! ) , con tre protagonisti che , come Aldo nel film , superano la paura di sbagliare ancora e sono pronti per affrontare nuove sfide sempre più difficili nei prossimi anni . Una pellicola che per me si merita anche un bel 7 . Bravi , ragazzi !

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati