Espandi menu
cerca
The Lodge

Regia di Severin Fiala, Veronika Franz vedi scheda film

Recensioni

L'autore

alan smithee

alan smithee

Iscritto dal 6 maggio 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 277
  • Post 182
  • Recensioni 4587
  • Playlist 21
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su The Lodge

di alan smithee
8 stelle

locandina

The Lodge (2019): locandina

TFF 37 - AFTER HOURS/ NOTTE HORROR

L'unione e l'armonia familiare, prima di tutto! Uno scrittore e studioso di culti religiosi, finisce per innamorarsi di una bella ragazza, balzata alle cronache da bambina per essersi rivelata come l'unica sopravvissuta ad un suicidio di massa perpetrato anni prima ad opera di un sedicente carismatico santone, ai danni dei suoi adepti.

Ora, trascorsi ormai anni, la ragazza è riuscita a ritrovare una sorta di equilibrio interiore ove poter riacciuffare quell'armonia data definitivamente per compromessa.

scena

The Lodge (2019): scena

Riley Keough

The Lodge (2019): Riley Keough

 

L'uomo, dal canto suo, padre separato di due ragazzi adolescenti, vorrebbe andare a convivere con lei, mettendola anche nella condizione di armonizzare coi propri figli. Ma quando l'ex moglie di lui, depressa ed incapace di accettare la situazione, si suicida con un colpo di pistola a bruciapelo diretto in bocca, ecco che i figli, devastati ed increduli dal dolore, per ripicca e complice risentimento, faranno di tutto, anche malignamente, per ostacolare il proposito di ritrovarsi la nuova amante in giro per casa.

La ricorrenza del Natale spingerà infelicemente e troppo prematuramente il padre dei due fratello e sorella, ad invitare la giovane amante nel cottage sperduto tra le nevi che la famiglia acquistò nei momenti di serenità.

Riley Keough, Lola Reid, Richard Armitage, Jaeden Lieberher

The Lodge (2019): Riley Keough, Lola Reid, Richard Armitage, Jaeden Lieberher

scena

The Lodge (2019): scena

Richiamato per sbrigare impegni lavorativi, l'uomo affiderà alla donna i due figli, che tuttavia premediteranno una efferata vendetta, non sapendo di andarsi a cacciare in un guaio senza soluzione, dagli effetti ben più destabilizzanti di quelli presenri nel loro piano.

The lodge riunisce la fortunata coppia cinematografica che fece faville cinque anni orsono con il teso e glaciale Goodnight mommy, Severin Fiala e Veronika Franz (moglie, costei, dell'inquietante e genialoide Ulrich Seidl), per raccontarci la caccia al gatto ed il topo che si scatena tra due teenagers vendicativi, ed una giovane donna resa instabile da una tragedia che non le lascia scampo neanche nell'ipotesi di riuscire a trarsi in salvo da quella situazione di emergenza da isolamento montano in cui i tre si troveranno a sfidare la sorte, oltre che una natura severa ed ostile.

Jaeden Lieberher, Lola Reid

The Lodge (2019): Jaeden Lieberher, Lola Reid

Riley Keough

The Lodge (2019): Riley Keough

Complice uno scenario paesaggistico montano glaciale non solo in termini meteorologici, imponente e senza concessioni, The lodge si prende i rischi derivanti dalle situazioni di urgenza che nel capolavoro kubrickiano di Shining, parevano ormai inimitabili ed impossibili da ripercorrere anche solo a livello di paragone.

Invece la tesa e ben congeniata storia resta salda e logica aggrappata al suo sadico, efferato percorso che descrive quanto possano i singoli individui resi folli da orrori incancellabili, rivelarsi pericolosi e letali.

E i due cineasti fanno ciò evitando le trapppole riconducibili all'inimitable capolavoro citato sopra, organizzando la rappresentazione di un premeditato giico al massacro fisico e psicologico con lucido temperamento e quel sadismo che la coppia aveva già saputo molto efficacemente esprimere nella valida opera precedente sopra citata.

Un viaggio verso una forma di follia che pare contagioso e dispensatore di sentimenti deviati di ostilità, che porta ad un passo dalla tragedia, anzi vi ci si catapulta fino a rendere impossibile un ritorno ad un equilibrio almeno apparente e senza effetti definitivi e letali.

Gran film horror, probabile cult. 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati