Espandi menu
cerca
Top Gun: Maverick

Regia di Joseph Kosinski vedi scheda film

Recensioni

L'autore

MrCarrey93

MrCarrey93

Iscritto dal 6 giugno 2017 Vai al suo profilo
  • Seguaci 4
  • Post -
  • Recensioni 15
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Top Gun: Maverick

di MrCarrey93
8 stelle

Torna Maverick a distanza di 36 anni, sempre interpretato dall'eterno Tom Cruise, in un sequel anacronistico, eretto su un delicato equilibrio tra celebrazione del passato e modernità, tra nostalgia e la consapevolezza di dover guardare al futuro. Cinema pop che inaspettatamente viene avvolto da toni crepuscolari, irrobustito dolcemente da un umanesimo fragile, poetico e chiaroscurale.

 

Tom Cruise

Top Gun: Maverick (2021): Tom Cruise


Non un'operazione nostalgia usato-garantito modaiola, ma che ragiona sul concetto di nostalgia, sul senso di nostalgia provato da Maverick, ottenebrato dai suoi fantasmi passati, tanto da farne un'ossessiome. Ragiona sulla solitudine, sulla memoria, sulla morte, sull'eredità, sullo scontro tra uomo e macchina. Tutti temi presenti e ovviamente codificati attraverso un lavoro di sintesi, un linguaggio semplificato calzante al cinema d'intrattenimento.

Non una disinvolta sacralizzazione della potenza militare americana pregna di retorica che trova il suo simulacro nel corpo del divo (Cruise), ma un focus su un uomo e il suo rapporto con un passato fatto di grandi gesta e altrettanti dolori, la contemplazione di quello scorcio di vita attraverso la memoria si scontra con una più oscura realtà, ossia il fatto che quel passato può diventare una trappola nel presente, la causa di una generale immobilità dell'esistenza. Maverick alla soglia dei sessantanni fa le stesse cose del Maverick ragazzino del 1986, sul lavoro non ha fatto carriera, ricopre lo stesso ruolo ed è spaventato dal ricoprirne uno diverso, nella quotidianità è più avvezzo ad una comfort zone che alla danger zone sui cieli, non ha una famiglia, è incapace di costruire saldi legami affettivi, in definitiva è rimasto un uomo solo e malinconico. Conseguentemente a questo nodo narrativo, diventa imperativa, l'urgenza di doversi smarcare da quel passato immutabile, da quella nostalgia soffocante, nasce la volontà di superare un trauma e cambiare, assocurandosi di mantenere salda la propria integrità morale oltre che mentale.
In tal senso, la scena della partita di rugby, per quanto allegra e citazionista, perché speculare a quella di pallavolo del primo film, l'ho trovata bella nel suo essere emblematica del cambiamento di Cruise. Prima Cruise gioca con i suoi allievi, poi si stacca e si siede a guardare, sorride al cospetto della nuova generazione di piloti top gun, sta forse maturando una nuova consapevolezza, comincia ad accettare di doversi fare un po' da parte e osservare la vita da una nuova prospettiva, che non significa necessariamente stare in panchina ma assumere un differente ruolo, assecondando il cambiamento, aprendosi ad una nuova fase della vita.

Nel terzo atto il film si apre ad una sessione di coreografie d'azione aerea totalmente fuori parametro corroborate da un'epico contrappunto musicale, un'iniezione di adrenalina che ancora lascia galvanizzati ore dopo l'uscita dalla sala.

Top Gun Maverick in conclusione è un sequel che narrativamente ha molto più senso nel vedere la luce a quasi quarant'anni dal primo capitolo, più di quanto lo potesse avere sulla breve distanza.
Un blockbuster costruito servendosi del manuale del perfetto cinema d'intrattenimento vecchia scuola, ma che non è un pezzo da museo, perchè partendo da certi assunti è perfettamente in grado di tradurli nella lingua del cinema moderno facendo tesoro dei progressi segnati dall'ingegneria cinematografica.
Top Gun Maverick non è solo una prestante macchina ipercinetica ma anche un invito gentile a scrollarsi di dosso la malinconia di un tempo ormai andato per affrontare il presente e immaginare il futuro, insegnandoci che è importante saper lasciare andare senza dimenticare.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati