Espandi menu
cerca
Captain Marvel

Regia di Anna Boden, Ryan Fleck vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Marco Poggi

Marco Poggi

Iscritto dal 5 settembre 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 13
  • Post 6
  • Recensioni 930
  • Playlist 107
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Captain Marvel

di Marco Poggi
8 stelle

Impegnata nella guerra spaziale fra le razze dei Kree e degli Skrull, la bionda Capitan Marvel si ritrova sulla Terra in un flashback Marvel Studios, ambientato nel 1995, che risponde alla femminista Wonder Woman del 2017 della concorrente DC Comics.

Impegnata nella guerra spaziale fra le razze dei Kree e degli Skrull, la bionda Capitan Marvel (anzi, lasciatemela chiamare amcora Miss Marvel, come ho sempre conosciuto il personaggio Carol Danvers nei fumetti, anche se il suo nuovo alias lo ha adottato dal 2012) si ritrova sulla Terra in un mega-flashback Marvel Studios (non lo faceva da "CAPTAIN AMERICA IL PRIMO VENDICATORE", del 2011) , ambientato nel 1995, che risponde alla femminista "WONDER WOMAN" del 2017 della concorrente DC Comics. Interpretato da un'adeguata Brie Larson, che si barcamena fra Jude Law (guerriero Kree e addestratore dell'eroina), Annette Bening (la mancata Catwoman di "BATMAN, IL RITORNO" che qui, pur facendo solo la guest star che appare in poche scene, interprerta due personaggi basilari per la riuscita del film) e un Samuel L. Jackson/Nick Fury ringiovanito ad  hoc (spalla forse un pò troppo ironica e amante dei gatti, come la felina Goose del lungometraggio)  come l'agente Coulson di Clark Gregg, che ricompare in un film dopo essere "morto" in "THE AVENGERS" , il film è un mix fra quelli di Star Wars (vedi le armature e le spade laser usate da  Djimon Hounsou), Star Trek (vedi il look stranamente troppo umano degli alieni mutaforma verdi, più da prodotto cine-tv alla Gene Roddenberry, che Marvel style),della Supergirl delle recente serie tv e persino dello sfortunato, ma bellisssimo "SPY" con Geena Davis (guarda caso, anche lì con un Samuel L. Jackson ironico e spalla della protagonista, che, inizialmente spaesata, deve ricostruire il proprio passato - vedi i famigerati flashback -). Bello, ma non perfetto, dinamico, specie nelle battaglie cosmiche,  e sorprendente, per il colpo di scena di metà film che ribalta anni e anni di fumetti Mavel, che però ci sta, un pò come la simpatica gatta Goose che letteralmente si papperebbe anche il protagonista a quattro zampo del disneyano "IL GATTO VENUTO DALLO SPAZIO" . Da vedere.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati