Trama

Nel 1824 nella piazza principale di Norimberga fa la sua comparsa un giovane che non sa parlare, maltenuto e cencioso. Dopo una serie di penose umiliazioni, il giovane viene preso in cura da un medico che riesce a ottenere da lui progressi insperati. Forse il giovane è un nobile di cui la famiglia si è disfatta per oscure ragioni dinastiche. Un giorno però, così come era apparso, il ragazzo scompare.

Note

Ispirato ad un fatto reale e sceneggiato dallo stesso regista, un trip visionario nello sguardo "altro" di Kaspar. Le sue visioni sono state girate in 16 mm. in giro per il mondo e poi gonfiate a 35.

Commenti (12) vedi tutti

  • Forse questo film è quello dove meglio si vede la grande dote di Werner Herzog: riuscire a farci vedere attraverso la macchina da presa quello che vedono i suoi occhi, quello che sentono le sue orecchie e quello che percepisce la sua mente.

    commento di marco bi
  • Un'opera poetica, struggente ed ancora oggi immortale.

    leggi la recensione completa di Carlo Ceruti
  • Opera flemmatica, ermetica, provocatoria, gestita con il tradizionale tocco visionario di un regista continuamente in conflitto tra i dogmi antropologici e i misteri dell'universo.

    commento di Stefano L
  • Il cinema di Herzog è sinonimo di poesia. Bruno S.-Kaspar Hauser è formidabile in una parte più vissuta che recitata. Film dolcemente triste, lirico e disarmante. Voto: 9 perché anche io sono una pulce

    commento di ProfessorAbronsius
  • Voto 5,5. [21.07.2013]

    commento di PP
  • Semplicemente una bellissima storia alle prese con un bellissimo film diretto da un grande Herzog. Misterioso ed intrigante. Bruno S. è davvero strepitoso.

    commento di Utente rimosso (Luke Vacant)
  • un'infamata dal sapore astratto. così lo possiamo definire, FORSE.

    commento di kkk
  • FANTASTICO, PURA ESSENZA DELL'ARTE STESSA, CAPOLAVORO, INDESCRVIBILMENTE BELLO,

    commento di orlandorimbaud
  • Delicato, struggente, tenero e violento; Bruno S. è grandissimo nell'interpretare il disgraziato Kaspar. La regia di Herzog è sempre attenta al dettaglio, e non si perde in sentimentalismi e pietà verso il protagonista. voto: 9

    commento di kurosawa
  • bellissima favola sull'innocenza, una fotografia stupenda e un interprete azzeccato come pochi nella storia del cinema

    commento di raffa84
  • Da dove viene l'uomo? Dove va? Le eterne domande allegoricamente poste dal ritrovamento di un uomo allevato da animali selvaggi… Chi è realmente Kaspar? Da dove viene? Chi siamo noi? Da dove veniamo?

    commento di Alfred De Sant
  • ottimo film, anche se la tematicadel trovatello incivile è ormai un classico(ma non in questo caso!)

    commento di Dr.Lynch
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

PompiereFI di PompiereFI
8 stelle

Alla larga da copioni stanchi, nel 1974 Werner Herzog rovistò, in vena di rielaborazioni avanguardiste, nella nozione di genesi, alla ricerca del primo concetto di Mondo, della prima volta che qualcuno avesse aperto gli occhi, dell’alba dell’uomo. Non gli importava se c’erano da attraversare deserti, navigare mari o scalare montagne. Quello di Kaspar Hauser (Bruno S.), trovatello esistito… leggi tutto

20 recensioni positive

Recensioni
2019
2019

Giugno 2019

LorismaL di LorismaL

Prosegue il mio diario...con le visioni di Giugno (Film ordinati per anno di uscita). Continua il viaggio nella storia del cinema, dai primi di Fellini agli Spider-Man di Raimi, dai nuovo cinema tedesco ai…

leggi tutto
Playlist
2018
2018
Nel mese di dicembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2017
2017

Recensione

Carlo Ceruti di Carlo Ceruti
10 stelle

Un film su un ragazzo di nome Kaspar Hauser che, tenuto incatenato dalla nascita in una cantina, viene gettato nel mondo e lì impara a scrivere, parlare e pensare. Lì, pian piano, dimostra un'intelligenza critica eccezionale che mette in crisi tutti i dogmi del tempo in cui vive. Quando apre gli occhi sulla realtà della civiltà umana, si accorge che quest'ultima…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Gooble gobble, one of us!

Sandy22 di Sandy22

Strani, bizzarri, eccentrici, ribelli, esclusi: il cinema è pieno di freaks. È proprio dal film Freaks che viene l'idea per questa playlist (e per il suo titolo). Volevo creare uno spazio…

leggi tutto
Playlist
2016
2016
Nel mese di luglio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti

Recensione

John Nada di John Nada
8 stelle

Cinema, uomini, solitudini, rabbia: "L'Enigma di Kaspar Hauser" [Jeden fur sich und Gott gegen Alle], Werner Herzog, 1974, [Germania Ovest], Drammatico. Werner Herzog è sempre stato un regista unico e stimolante, geniale al di là del concetto di spazio e tempo, e i suoi film esperienze cinematografiche visionarie e poetiche quasi senza pari, con nessun altre. E' quindi con tutta…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
2015
2015
Nel mese di ottobre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2014
2014
Nel mese di agosto questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 9 voti
vedi tutti
scena
Foto
2013
2013

Recensione

zombi di zombi
8 stelle

ennesimo passo nella poetica e nella ricerca antropo-cinematografica di werner herzog. herzog s'immerge completamente nella storia di kaspar hauser, creando un mito basato sulla storia vera del ragazzo che venne chiamato k.h. che visse tra il 1812 e il  1833. nulla di preciso si sa, se non che un giorno del 1828 venne ritrovato nella piazza di una città ritto in piedi, fermo sui suoi piedi con…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2012
2012

Recensione

PompiereFI di PompiereFI
8 stelle

Alla larga da copioni stanchi, nel 1974 Werner Herzog rovistò, in vena di rielaborazioni avanguardiste, nella nozione di genesi, alla ricerca del primo concetto di Mondo, della prima volta che qualcuno avesse aperto gli occhi, dell’alba dell’uomo. Non gli importava se c’erano da attraversare deserti, navigare mari o scalare montagne. Quello di Kaspar Hauser (Bruno S.), trovatello esistito…

leggi tutto
2011
2011

Recensione

Kurtisonic di Kurtisonic
8 stelle

Un giovane viene ritrovato in una piazza di Norimberga, non sa che pronunciare poche parole, non sa chi è, né da dove viene, stringe in mano una lettera che contiene poche informazioni su di lui, abbandonato alla nascita e segregato in un casolare senza mai vedere cosa ci fosse all'esterno. Siamo nell'ottocento, e il terreno è un pò quello del "Ragazzo selvaggio", ma il percorso di Kaspar…

leggi tutto
Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti

Recensione

hallorann di hallorann
10 stelle

Germania 1828. Un giovane viene tenuto segregato in una stalla. Gioca con un cavallo di pezze, sdraiato sulla paglia viene “istruito” da un anziano a scarabocchiare una firma e dire alcune parole “cavallo…io voglio diventare un bravo cavaliere come lo era mio padre”. Liberato dalle catene viene portato di peso in cima a una collina, non riesce a camminare, l’uomo sconosciuto lo…

leggi tutto
Recensione
Utile per 19 utenti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito