Espandi menu
cerca
Ofelia - Amore e morte

Regia di Claire McCarthy vedi scheda film

Recensioni

L'autore

alan smithee

alan smithee

Iscritto dal 6 maggio 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 312
  • Post 213
  • Recensioni 6331
  • Playlist 21
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Ofelia - Amore e morte

di alan smithee
5 stelle

Nel film di Claire McCarthy, tratto dall'omonimo romanzo di Lisa Kleim, rilegge la tragedia shakespeariana dell'Amleto, concentrando l'attenzione sul personaggio di Ophelia, che diviene in tal senso il motore e la causa di tutto il complotto proteso a destabilizzare la corte reale danese.
I personaggi sono pressoché gli stessi, con l'aggiunta di una misteriosa sorella della regina, ovvero la fattucchiera Mathilde (Naomi Watts, qui nel doppio ruolo di costei e di Gertrude regina rimasta vedova nonché madre del principe Amleto), che diviene il perno e lo strumento per tutte le macchinazioni di corte.

Nonostante qualche pesantezza iniziale, alcuni vezzi moderni fuori luogo che intercorrono nei rapporti tra i numerosi personaggi coinvolti, poi la storia finisce per risultare ben oliata nel suo meccanismo di intrighi e trabocchetti peraltro già noti, che rimangono tali nei risultati finali rispetto alla tragedia originale del grande drammaturgo britannico, ma che figurano nel racconto leggermente modificati per dinamiche, al centro delle quali rimane in questo caso la tenace ed intraprendente Ophelia, mentre il vulcanico e riottoso Amleto è costretto a cederle il passo, riducendosi a personaggio secondario, o principale ma solo di rimando, le cui azioni vengono più riferite che rivisitate scenicamente a vantaggio della intensa e sensibile favorita della regina, dai lunghi capelli fulvi che stregarono il mancato erede al trono, vittima di un complotto destinato ad allontanarlo per sempre dal suo diritto dinastico, fino a poco prima considerato inalienabile.

Un cast quasi per intero composto da interpreti di razza britannici compone il parterre dei noti personaggi, e tra questi spicca ovviamente Daisy Ridley nei panni della fiera e orgogliosa Ophelia, mentre Amleto è interpretato dal bravo e coetaneo attore di costei, George Mackay, notato in Captain Fantastic e protagonista di 1917 di Sam Mendes.
Nei panni dell'infingardo fratello del re, Claudio, troviamo un Clive Owen dal ciuffo un po' ridicolmente posticcio, mentre Tom Felton veste i panni di Laerte, vendicativo ed impulsivo fratello della protagonista.

 

 
Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati