Espandi menu
cerca
Avengers: Infinity War

Regia di Anthony Russo, Joe Russo vedi scheda film

Recensioni

L'autore

GoonieAle

GoonieAle

Iscritto dal 21 giugno 2009 Vai al suo profilo
  • Seguaci 5
  • Post -
  • Recensioni 797
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Avengers: Infinity War

di GoonieAle
6 stelle

Avengers: Infinity war, l’apoteosi! Qualche appunto: uno dei maggiori incassi nella storia del cinema, uno dei film più visti della storia del cinema. Mezza Hollywood coinvolta. Fiumi di parole su riviste, siti internet, forum, blog e quant’altro. La parola capolavoro che corre più veloce di Iron man. Uno dei cattivi più cattivi di sempre e tra i cattivi migliori della storia del cinema ... potrei continuare.

Follia collettiva?

Personalmente l’ho trovato uno "spettacolo" sufficiente e posso capire l’entusiasmo dei fan ma, il delirio che si è scatenato intorno a questo film, i giudizi espressi, non li condivido anzi non li accetto. E allora si, follia collettiva.

Mi verrebbe da dire: gente che non è mai andata al cinema! Ancora meglio, gente che è andata al cinema solo negli ultimi venti anni. In effetti è così: provate a leggere i titoli dei film più visti nella storia del cinema, da non credere! Che tempi!

Questi cinecomics nell’ultimo decennio hanno mangiato sale, multisale, il cinema stesso. Hanno costruito una massa informe, film dopo film, anno dopo anno, per poi affondare il colpo di grazia, con questo Infinity war. La chiamerei industria. Meticolosa, programmata, cinica, antiarte. Più vicino ai Mcdonald's che sforna hamburger.

Ma, cosa c’è di tanto eclatante in questa pellicola? Assolutamente nulla. Si dice che ci sono action e action e che l’entrata in scena di Thor con conseguente martellata è da brividi, per esempio. Io segnalo che queste cose li guardavo trent’anni fa in “televisione” negli anime giapponesi, per non parlare dei videogiochi.

Si parla dello spessore di certi personaggi ma una sola frase può bastare a dare profondità in un simile contesto? No, se poi sono coinvolti in dialoghi e scenette imbarazzanti, battutine da fan-service e citazioni fuori luogo (Spiderman che cita Aliens - scontro finale! - Da notare, inoltre, il 2, il più americano degli Alien)!

 I Russo sono stati bravi ad amalgamare tanti personaggi e dar loro il giusto spazio … ma in fondo di chi stiamo parlando? Gente che ha portato la televisione al cinema. E se penso che molti grandi registi realizzano serie tv che andrebbero portate al cinema, mi accorgo che il mondo è sottosopra.

Che povertà! Gli otaku/nerd hanno conquistato questo media e lo manovrano a loro piacimento, così nel cinema come nell’animazione, come nella musica. Un tempo quattro letterine arrivate in studio non certo cambiavano un “pensiero, un metodo” (anche se alcuni casi si possono riscontrare nell’animazione giapponese e a volte anche nel cinema), ma in fondo contano i soldi, gli incassi, l’industria. E questo loop contemporaneo, fermo, infinito. Industriale. Globalizzato.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati