Espandi menu
cerca
Il primo Re

Regia di Matteo Rovere vedi scheda film

Commenti brevi
  • Le origini leggendarie dell'Urbe che dominerà il mondo raccontate con grande verosimiglianza. Un film di grande impatto per la vivacità narrativa e per il crudo realismo, di ottima riuscita grazie alla perizia del regista e alle notevoli interpretazioni dei due protagonisti

    leggi la recensione completa di GIANNISV66
  • Affascinante e pregnante.

    leggi la recensione completa di Carlo Ceruti
  • Film che ha una caratura di livello internazionale, che non dovrebbe sfigurare in un confronto con opere ben più famose in questi giorni.

    leggi la recensione completa di michemar
  • Le leggende di Romolo e Remo e della fondazione di Roma non sono nuove al cinema, però questa versione le riporta in una dimensione selvaggia e crudele, come selvaggi e crudeli erano gli allora futuri cittadini di Roma. Più un film su Remo che su Romolo, con il primo che si rivela, quasi subito, ambizioso e crudele, mentre il secondo è un buono.

    leggi la recensione completa di Marco Poggi
  • Film ottimo, che si eleva sopra la media per contenuti, impegno, recitazione, realismo.

    leggi la recensione completa di Piero
  • La favola dei due gemelli in un canestro che scivola sulle acque del biondo Tevere è bella e gentile, i bambini devono saperla, i grandi devono chiedersi cos’è successo dopo.

    leggi la recensione completa di yume
  • Ho cercato di spingere più persone possibile al cinema per sostenere questa interessante e corragiosa opera. Ma con mia grande sorpresa non ho dovuto faticare troppo, a quanto pare il film sta piancendo un pò a tutti. Complimenti a tutti quelli che hanno reso possibile questo progetto. Che il cinema italiano abbia ritrovato un pò di coraggio?

    commento di Allep
  • la rabbia di romolo sembra rispecchiare la voglia e il desiderio di registi come matteo rovere di fare un cinema che non sia solo carino e accomodante, ma che sia furente ed energico e che insieme alla ricerca di un perchè alla cieca sete di sangue degli dei, si abbia la voglia di ricercare un cinema che peschi nell'ignoto

    leggi la recensione completa di zombi
  • Film epico e coinvolgente di Matteo rovere, sublime in tutti i reparti

    leggi la recensione completa di lino99
  • Il racconto ancestrale dell'ecista di Roma abbraccia l'epica da fantasy truculento, parco nel religioso ma “credibile” sul piano linguistico – un oscuro latino arcaico con influenza etrusca. L'archetipo dei gemelli – la coppia Lapice (Romolo)/Borghi (Remo) ne incarna bene ethe e praxeis – rivive anche grazie alla fotografia naturalistica di Ciprì.

    commento di Leo Maltin