Espandi menu
cerca
Vicino al mare più azzurro

Regia di Boris Barnet vedi scheda film

Recensioni

L'autore

zombi

zombi

Iscritto dal 21 luglio 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 98
  • Post 13
  • Recensioni 1644
  • Playlist 277
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Vicino al mare più azzurro

di zombi
8 stelle

siamo nel 36 ma sembra di essere almeno negli anni 60. nulla fa pensare di essere nel 36 se non il saperlo perchè lo si è letto. boris barnet ambienta la sua storia d'amore impossibile ma che potrebbe rovinare l'amicizia tra due uomini su un'isola in mezzo al mar caspio, dove i due uomini sono naufragati. vengono salvati e come vedono la donna s'innamorano all'istante. a tratti si canta, a tratti si recita il monologo in un palcoscenico che ondeggia scosso dai cavalloni marini, a tratti sprattutto grazie a yussuf sembra di essere in una commedia. sopra ogni cosa c'è il mare spesso in primo piano con le sue onde che s'infrangono sulla telecamera come se dovessero invadere anche la stanza in cui si guarda il film. il kolchoz "luci del comunismo" è su di un'isola in un luogo lontano dal partito centrale dove sembra si viva in pace e serenità, un "posto vagamente utopico" come ho letto da qualche parte, dove l'essere giunti pericolosamente lì per aggiustare la barca a motore dei pescatori sembra essere secondario all'amore sbocciato dagli occhi, dalla bocca, dal petto e dalla testa dei due amici. ma l'amore che appartiene comunque e sempre a qualcun'altro, stordisce i due pretendenti con una notizia che li riporterà alla realtà continentale. un film eterno come il sole, come il mare, come l'amore.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati