Espandi menu

cerca
Lady Bird

Regia di Greta Gerwig vedi scheda film

Recensioni

L'autore

gaiart

gaiart

Iscritto dal 30 luglio 2012 Vai al suo profilo
  • Seguaci 25
  • Post 4
  • Recensioni 164
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Lady Bird

di gaiart
8 stelle

Un film può piacere per tanti motivi. Anche perché ti fa vedere quello che non hai avuto. Tra chiesa e ubriacature, recitazione e debiti per studio al college, letture di riviste porno, fumate strane di sigarette ai chiodi di garofano e mangiare ostie non ancora consacrate, sedute per terra con le gambe allungate sul muro a ssieme alla fare teatro

LADY BIRD: Da Sacramento a New York, crescita teatrale di una diciassettenne originale.

      Un film può piacere per tanti motivi.
Anche perché ti fa vedere quello che non hai avuto. Stati d'animo assorti, empatia familiare, creatività e genialità compresa.
      Tra chiesa e ubriacature, recitazione e debiti per studio, letture di riviste porno, fumate di sigarette ai chiodi di garofano e mangiate di ostie non ancora consacrate, sedute per terra con le gambe allungate sul muro assieme alla tua migliore amica con cui ami andare a recitare, la pellicola Lady bird, consacra l'esistenza da incompresa creativa di una giovane liceale, alias Christine McPherson, che preferisce farsi chiamare Lady bird.

     Il nomignolo arrichito da disegni e cartoon, non solo costella i voli pindarici e di fantasia della protagonista. Sogna infatti di liberarsi presto dal gioco di una città provinciale come Sacramento, per approdare in The Big Apple per studiare all'università in una metropoli cosmopolita e arricchente.

     La famiglia è un pò opprimente; un padre depresso, appena lasciato a casa dall'azienda, un fratello diversissimo e binariato, una madre infermiera perfezionista, un pò selvaggia e in competizione, rendono l'ultimo anno di liceo di Lady Bird un inferno. E dipingono un'America di provincia da incubo. La svolta proviene da un corso di teatro che facilità incontri e amori, libera fantasia e creatività. Come sempre l'arte aiuta a migliorarsi - sembra raccontare la regista.

 

    A parte il parterre originale, la pelliccola si fa amare per la fantasia che la costella. Scene veramente imprevedibili ed esilaranti come quella iniziale in macchina con la madre, dialoghi originali, comici, sagaci condiscono la crescita di una ragazza "diversa" di spudorata realtà e magica creatività. Vincitore del Golden Globe e già candidato a 5 Nomination per l'Oscar, Il film spiega facilmente i perchè di tanto successo.

 

   Essere se stessi fino in fondo, fregarsene del giudizio degli altri e perseguire fino alla morte i propri sogni PAGA DAVVERO! Magari, in questi caso, persino con un Oscar.

 

 

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati