Espandi menu
cerca
Freaks

Regia di Tod Browning vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Furetto60

Furetto60

Iscritto dal 15 dicembre 2016 Vai al suo profilo
  • Seguaci 25
  • Post -
  • Recensioni 1636
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Freaks

di Furetto60
7 stelle

Horror estremo e macabro, nel suo genere un "cult"

Una sorta di strillone, urla e mostra a un pubblico inorridito, cio in cui è stato trasformato un essere umano, di cui lo spettatore vedrà le allucinanti sembianze, solo alla  fine e ne racconta la storia.La protagonista è Cleopatra, un'avvenente e avida trapezista di un circo, le cui principali attrazioni sono persone con malformazioni fisiche, infatti sono chiamati 'mostri'. Cleopatra è molto bella ed è l'unica "normale" della compagnia e diventa oggetto del desiderio di  Hans,che invece è affetto da una particolare forma di nanismo, il quale incurante dell'amore che prova per lui la storica fidanzata Frieda, che ne condivide l'analoga disabilità, decide di convolare a nozze con lei,ottenebrato dalla sua bellezza,non capisce che Cleopatra è attratta solo dalla sua ricchezza. Quando però la trapezista architetta un piano diabolico per ucciderlo,scatenerà in tutti loro un odio feroce, che si tradurrà in una vendetta scioccante da parte dei"mostri"della compagnia. Browning, maestro dell'orrore, gira  questo film con estremo realismo,sfiorando in alcuni passaggi,impennate visionarie da museo degli orrori. I freaks di cui sopra erano veramente  "artisti" affetti da malformazioni,veri fenomeni da baraccone, che lavoravano in un autentico circo.La scelta di utilizzarli come attori fu audace e al contempo brutale e di dubbio gusto.
 Pochi  sono i film che hanno avuto una distribuzione cosi laboriosa,come questa. Basti pensare che il film venne vietato in diversi Stati dell'Unione, nella Germania nazista e nell'Italia fascista.Ma anche dopo la caduta dei regimi,la pellicola non ebbe vita facile, perché urtava la sensibilità del  pubblico e come dargli torto?Tuttavia oggi è considerato, quasi all'unanimità,  uno dei capolavori maledetti della storia del cinema. La cruda e ostentata efferatezza di Freaks, prima voluto e poi rinnegato dalla casa di produzione MGM , resta unica nel panorama cinematografico di tutti i tempi, così come la sua oscura umanità.Celebrazione della mostruosità innocente,di contro ad una normalità colpevole,è un’opera veramente singolare, raccapricciante,  disturbante, decisamente inclassificabile.

Buona parte del film è infatti dedicata all’analisi,dal taglio quasi documentaristico,della vita quotidiana dei ‘mostri’ di un circo,microcefali, sorelle siamesi, mongoloidi, ermafroditi, donne barbute, donne uccello,artolesi e addirittura un torso umano, che non fanno altro che  interpretare se stessi.

Ignoro le reali  motivazioni che spinsero Tod Browning a girare un film cosi estremo, che non è soltanto horror,ma qualcosa di autenticamente macabro e rivoltante.Probabilmente voleva "colpire allo stomaco" gli spettatori e sicuramente ci è riuscito,ma in buona sostanza la lettura di codesto lavoro è veramente difficile,ci si possono rintracciare momenti di compassione e al contempo anche morbose e perverse esternazioni.

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati