Espandi menu
cerca
(In) Serie [ un Mash-Up ( Epifanie / 1 ) ] - VI
di mck ultimo aggiornamento
post
creato il

L'autore

mck

mck

Iscritto dal 15 agosto 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 209
  • Post 133
  • Recensioni 1074
  • Playlist 312
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

Da un'epifania passata...

(...tra l'altro, scena, questa, che si può ammirare replicata dal vivo, in questi giorni, una volta a settimana, se ci si reca in quel ridente paesone stretto tra il Giambellino e la Tangenziale Ovest che porta il nome di Cesano Boscone...)

 

 

I will never stop talking about Breaking Bad or The Wire.

Breaking Bad is the best show I've ever seen except maybe The Wire.

O Mad Men, True Detective, Game of Thrones, DeadWood...

 

Piccola invettiva, premessa soggettiva ( puzza di plastica bruciata ) : chi snobba le buone serie tv ( per partito preso o, peggio/meglio, per sincera miopia o insana ''partigianeria'' ) di solito – oltre ad essere un oltranzista del cinema come Rivelazione Mistica ( ovvero : << ''Dietro'' a un'Ellissi ci Vedo quello che Voglio >>, spesso gliommeri d'anacoluti ''significanti'' ) - di fronte ad un paragrafo di V.Nabokov o C.E.Gadda, A.Camus o R.Bolano, D.DeLillo o R.Powers ( giusto per fare sei nomi componenti un gruppo eterogeneo che sono sicuro nessuno possa amare incondizionatamente senza riserve ) gli va in cortocircuito il cervello. Fine premessa. Invettiva permanente.

 

Io uccidevo per essere il migliore.

F.DeGregori – Bufalo Bill

 

Chiudi quella cazzo di bocca, e lasciami morire in pace.

Hermann Trout a Mr. White.

 

 

Breaking Bad, stag. 5 ( prima parte ), ep. 1 – 8 :

Vince Gilligan, il creatore e showrunner della serie, ha scritto fisicamente ''solo'' i primi due episodi e l'ultimo ( il 16° - Felina ), che ha anche diretto.

 

Allora... Dove eravamo rimasti ?

Alla “Great Train Robbery”...

Dopo 6 anni (2008-2013) ne è passato uno ( di tempo-interno alla storia/serie ).

Happy Birthday Walt !

E n'è passata di metilammina sulle rotaie da quando il Narco-Corrido furoreggiava...

E dove siamo finiti ?

In un punto cieco, zona morta, silenzio radio-radar-satellitare, irraggiungibile hic sunt leones da attraversare e via : come per quel treno ( e per quella motocicletta ) :

 

     [...dalla bicicletta ( ad un crocevia di strade ) alla motocicletta ( nel bel mezzo del 'nulla' ) : percorrendo le loro rispettive traiettorie due diverse pallottole hanno tracciato un cerchio - non incrociandosi mai se non ''moralmente'' : s'è chiuso un ciclo...]

 

Dopo, cioè ora, adesso, sarà solo Buyout :

acido, pneumatici, telaio, forcelle, marmitta, braccia, gambe, tronco, testa, acido...

 

Breaking Bad è fra le migliori serie in assoluto mai prodotte, e/ma al tempo stesso è molto diversa dal resto dei capolavori di genere con cui condivide la vetta

[ per quanto mi riguarda...rimarrà sempre giù da un ideale e provvisorio ''podio'' ( un podio che comprende almeno una decina di serie ), proprio per i motivi che ora tenterò di affrontare e spiegare ],

ovvero : Breaking Bad è LA serie iconica per eccellenza : la sua scrittura è complessa e articolata tanto quanto quella delle migliori serie in assoluto :

da una parte, quelle serie ( sempre a mio giudizio – questo è da intendersi pleonastico e non lo ripeterò ancora dopo già quell'una di troppo ) che restituiscono l'ampiezza, il respiro, la struttura, la vastità, la complessità e l'architettura del Romanzo massimalista-postmoderno ( Mad Men, the Wire, True Detective, Six Feet Under, the Sopranos, Black Mirror, the NewsRoom, House of Cards, Boss, BoardWalk Empire, Rescue Me, Misfits, Boris, Dead Set, Treme... Arrivando-ripartendo dai capisaldi (crossover di medium) Berlin AlexanderPlatz ed Heimat )

e, dall'altra parte, quelle serie che affrontano un Genere ( o più ) e lo elevano a Codice, a Dogma ( Dead Wood, the Pacific, BattleStar Galactica, True Blood, the Walking Dead ), senza per questo rimanerne schiacciate ma anzi valorizzandosi reciprocamente, e/o lo destrutturano ( Twin Peaks, Riget, Top of the Lake ).

 

 

Ma questa scrittura spende quasi tutte le sue forze ( con risultati meravigliosi ) per togliere e levare dall'immagine e dal discorso filmico quasi ogni ''infra-sovrastruttura'' da Grande Romanzo

( per esempio i dialoghi di Aaron Sorkin ( the NewsRoom ) e Matthew Weiner ( Mad Men ) e le ellissi profondamente narrative incorporate però alla perfezione nella grammatica filmica ( penso ai sotto e sovra testi di David Chase ( the Sopranos ) e...ebbene si...alle Epifanie ( interrotte, moltiplicate, evocate, materializzate in dedali di frattali autoinsorgenti e...Bang! Guarda : cosa vedi ? Diventa...) di True Detective )

e di Genere : il sapiente utilizzo di figure iconiche, del non detto.

 

Ovvio che quasi tutte le serie citate possiedono caratteristiche eterogenee ed intraspecifiche.

E la creatura di Vince Gilligan a sua volta si situa proprio a mezza via tra il Grande Romanzo...

_______________________________________________________________________________________________________________________

                                                         Fine Primo Tempo  -  Inizio Intervallo

--- [ una minima Vertigine della Lista ( dietro ad ogni nome-spettro, altri 10 nomi-nascenti ) =

Moderni e Contemporanei ( con una percentuale leggermente ''sballata'' verso l'Hard-SF ) :

...Eraldo Affinati, James Agee ( & Walker Evans ), Martin Amis, Kingsley Amis, Paul Auster, Tullio Avoledo, Paolo Bagicalupi, James Baldwin, James G. Ballard, Honoré de Balzac, Iain M. Banks, John Banville, Julian Barnes, John Barth, Donald Barthelme, Samuel Beckett, Saul Bellow, Marco Belpoliti, Walter Benjamin, Thomas Berger, Luciano Bianciardi, Ambrose Bierce, Roberto Bolano, Jorge Luis Borges, Pierre Boulle, Paul Bowles, Richard Brautigan, Bertolt Brecht, Harold Brodkey, Anthony Burgess, Michael Bulgakov, William S. Burroughs, Antonia S. Byatt, Italo Calvino, Karel Capek, Lewis Carroll, Raimond Carver, L.-F. Céline, Michael Chabon, John Cheever, Arthur C. Clarke, J.M. Coetzee, Carlo Collodi, Joseph Conrad, Robert Coover, Julio Cortázar,

Charles Darwin, Richard Dawkins, Oreste Del Buono, Samuel R. Delany, Don DeLillo, Charles Dickens, Stephen Dixon, John DosPassos, Philip K. Dick, Joan Didion, E.L. Doctorow, Fedor Dostoevskij, Friedrich Durrenmatt, Umberto Eco, Greg Egan, Jennifer Egan, Dave Eggers, Harlan Ellison, James Ellroy, Nathan Englander, Steve Erickson ( Arc d'X ), Jeffrey Eugenides, Valerio Evangelisti, Percival Everett, Michael Faber, Oriana Fallaci, William Faulkner, Richard P. Feynman, Gustave Flaubert, Jonathan Safran Foer, Richard Ford, Paula Fox, Jonathan Franzen, Sigmund Freud, Carlo Emilio Gadda, William Gaddis, William Gibson, Nicolaj Gogol', Graham Greene, Andrew Sean Greer, John Hawkes, Joseph Heller, William H. Hodgson, Victor Hugo, Aldous Huxley, Michel Houellebecq, Simon Ings, John Irving, Ishiguro Kazuo, Henry James, Shirley Jackson, Denis Johnson, James Joyce,

Franz Kafka, Ryszard Kapuscinski, Stephen King, Ciril M. Kornbluth, Alfred Kubin, Milan Kundera, William Langewische, D.H.Lawrence, David Leavitt, Stanislaw Lem, Giacomo Leopardi, Doris Lessing, Jonathan Lethem, Primo Levi, Roy Lewis, Sinclair Lewis, Jonathan Littell, Jack London, Malcolm Lowry, Norman Mailer, Barry Malzberg, Alessandro Manzoni, Michele Mari, Javier Marías, G.G. Marquez, Karl Marx, Richard Matheson, Cormac McCarthy, Tom McCarthy, Ian McDonald, Ian McEwan, Hermann Melville, Philipp Meyer, China Mieville, Steven Millhauser, Rick Moody, Michael Moorcock, Antonio Moresco, Alice Munro, Murakami Haruki, 

Vladimir Nabokov, Joice Carol Oates, Flannery O'Connor, George Orwell, Orhan Pamuk, Tim Parks, Cesare Pavese, David Peace, Roger Penrose, Tommaso Pincio, Luigi Pirandello, Edgar Allan Poe, Jan Potocki, Richard Powers, Annie Proulx, Marcel Proust, Thomas Pynchon, Tom Robbins, Philip Roth, Matt Ruff, Salman Rushdie, Ernesto Sabato, Oliver Sacks, J.D.Salinger, Josè Saramago, George Saunders, Arthur Schnitzler, Antonio Scurati, W.G.Sebald, Robert Sheckley, Mary Shelley, Lewis Shiner, Robert Silverberg, Dan Simmons, Madison Smartt Bell, Susan Sontag, Christina Stead, John Steinbeck, Neal Stephenson, Bruce Sterling, Bram Stoker, Robert Stone, Elizabeth Strout, Theodor Sturgeon,

Paul Theroux, Harry Thompson, Jim Thompson, Hunter S. Thompson, Lev Tolstoj, Emanuele Trevi, Marc Twain, John Updike, William T. Vollmann, Jules Verne, Sandro Veronesi, Dario Voltolini, Kurt Vonnegut, Jr., David Foster Wallace, Herbert G. Wells, Nathanael West, Colson Whitehead, John E. Williams, Tim Willocks, Edward O. Wilson, Thomas Wolfe, Tom Wolfe, Virginia Woolf, Wu Ming, E.I.Zamjatin, Emile Zola...

Classici : ...Alighieri, Boccaccio, Cervantes, Fielding, Omero, Shakespeare, Sterne, Swift... ] ---

                                                         Fine Intervallo  -  Inizio Secondo Tempo

¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯

...e la Filologia del Genere :

Breaking Bad è un genere a sé.

 

E anche solo il titolo in quanto tale, che contiene quella (falsa) chiralità [ quiqui ] --- dicotomia speculare, inconvivibile dualità, non-sovrapponibilità dell'animo umano, il Simbolo della Pace e Born to Kill e bla bla bla : spezzare, interrompere, mettere in pausa, infrangere, manomettere la cattiveria, il male --- espressa fin dal primo episodio della serie ( che dico, sin dai titoli di testa di ogni episodio ), e che riesce ad essere metonimia e sinestesia di per sé, vale la spesa di tempo dei nostri occhi e orecchie impiegati ad assistervi.

 

 

E' una serie impressionante dal punto di vista della sintesi ( e della sintassi ) figurativa : senza ''arzigogolare'' coi dialoghi e senza basare su di essi la propria spinta narrativa, ma lavorando parimenti con le immagini, la fotografia, il montaggio, il sonoro, la recitazione e la scrittura ( subordinata all'iconicità e alla sua funzione non contro-analitica ma rappresentativo-nodale di ciò-che-è ) riesce non a dire qualcosa di più di quel che dice ( ovvero i fatti, la storia, quel che accade ), ma lo dice...meglio di molti, moltissimi altri.

Riesce a costruire una progressione psicologica dei personaggi e de facto degli eventi del tutto particolare.

 

Non c'è il tentativo immancabile ( che il più delle volte finisce a vuoto...pieno ) del trovare...dell'individuare...del rilevare un discorso ulteriore ( forzato, e per forza di cose incompiuto ) : è Stile, è Grande Stile, che accompagna e sorregge e costituisce la narrazione, senza soverchiarla, anzi, andandoci di pari passo.

I fatti, in Breaking Bad, raccontano. E tanto fanno le iperboliche omissioni e le mancanze tra i fatti, ovvero quel Grande Ragionamento Retorico che scaturisce dalla pletorica dei dialoghi e dei campo – contro campi di senso, e che qui non c'è.

 

Dietro, però, non ci vedo il respiro ( a volte di un'immane vastità, altre volte più concentrato, magari anche dentro certi canoni e argini...) né di D.Simon né di T.Winter, né di M.Weiner né di A.Sorkin, né di D.Chase né di N.Pizzolatto : '''solo''' il passo di Vince Gilligan. Che è tantissimo.

 

 

Allora, dov'eravamo rimasti...

Il 'solito' inizio di stagione in flashforward ( o la 'solita' stagione in flashback...) : tre quarti d'ora per dire : “Ti perdono”.

C'è oro, nelle strade, che aspetta solo di essere trovato, e preso.

Altri tre quarti d'ora per arrivare alla prosecuzione, nelle funzioni matrimoniali di coppia, di quel ''ti perdono'' : “ Quando quello che facciamo è per una buona causa, non dobbiamo preoccuparci. Per me niente è più importante della mia famiglia “ : quasi uno stupro... Le tre streghe tacciono, tace e non si vede, per ora, anche Lady Macbeth : Walter White stesso è la propria Lady Macbeth.

Altri tre quarti d'ora, passati da 200 a 50 once a settimana, meno soldi ma a una percentuale maggiore, ovvero : “ Ora siamo imprenditori, non dipendenti ”, ed ecco quasi 10.000 $ per minuto, a testa. Tolte le spese, generali, fisse, una tantum, rimangono 137.000 a testa : “ Guarda Walter che l'avere ucciso Jesse James non fa di te Jesse James ”.

 

Scene da un Matrimonio [ qui ritratta Anna Gunn (Skyler) : ma tutti quanti gli attori protagonisti, da Bryan Cranston - in primis, secundis, ammazzacaffè e de profundis - a Dean Norris (Hank), passando anche per Aaron Paul ( l'anello debole della compagnia, ma cresciuto moltissimo dentro e grazie alla serie ), sono bravissimi ] :

“Qual è il tuo piano ?!”

“Non lo so ! Questo è il meglio che sono riuscita a fare, ok ? Io non sono come te, Walt. Non ho il tuo...tocco magico, io non so cosa fare, sono una codarda : non so andare dalla polizia, smettere di riciclare i tuoi soldi, non so tenerti fuori da questa casa. Non riesco neanche a tenerti fuori dal mio letto. Tutto quello che posso fare è aspettare, nient'altro, è l'unica opzione che ho : resistere ! Armarmi di pazienza e aspettare...”

“Che cosa...che stai aspettando ?”

“Che il cancro ricompaia !!”

 

 

Impagabile, poi, la risposta di Skyler alla battuta che Jesse Pinkman le fa - ''innocentemente'' - all'autolavaggio, dove si è recato con Walter per recuperare la metilammina : Jesse legge sulla fiancata di un camion la scritta pubblicitaria "Vamonos" e semplicemente la ripete ad alta voce, in tono scherzoso, verso Skyler :

"...Vamonos..."

" Magari ! " [ " I Wish ! " ].

Un disgusto e un disappunto che nascondono un'intesa possibile in nuce, contro Walter ?

 

Ma si diceva di epifanie...

Eccola, quella di mezza stagione :

 

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Postilla : altra Crònica Epafánica :

una previsione per il Paese, un anticipo (tremendo?) del Paese :

alle europee il M5* sbancherà, alle amministrative il PD sbancherà.

La Rivoluzione E' lo Stallo.

Better Call Saul.

 

Comunque, se le cose stanno così

--- ovvero : o ''vince'' il PD [ " senescenti rampolli " ] o ''vince'' il M5* [ " spalle neonate " ] : e se vince o l'un o l'altro s'evince che forse ''vince'' il Paese...no ? Sognando sempre ( e qui si palesa il bisogno di una sana invettiva :

                  Qui la Seconda Parte                              Qui la Terza Parte

 

com'è per esempio quella de : ''i Figli della Repubblica'', di Maurizio Maggiani ), cullati e assopiti dal torpore del Paese intorpidito : e sognamo davvero, allora : vota Verdi e/o Lista Tsipras ! ---

abbiamo

( e parlo per chi come me alle ultime elezioni politiche del 2013 s'è scisso tra Pd e M5*...sognando la concretizzazione di una meravigliosa parola ch'è : " Compromesso " ( quiqui ), sfociata subito in un incubo nel dormiveglia del Paese dissennatamente assonnato )

già vinto :

comunque vada, starò sul cesso, il 26 Maggio 2014, proprio come Hank, e anch'io sarò còlto da improvvisa epifania...

 

Pistilli :

 

 

Indice  ( delle playlist precedenti relative a questa...serie ( 2013-'14 ) di playlist e post ) :

 

01  BoardWalk Empire, stag. 3 (1923)

02  Hannibal, stag. 1  +  Dexter, stag. 4 e 5 + Californication, stag. 6 + Person of Interest, stag. 1 e 2 + Under the Dome, stag. 1

03  the NewsRoom, stag. 1 (2010-'11)

04  Mad Men, stag. 5 (1966)

05  Game of Thrones, stag. 2

    

Anticipazione prossimo post : "(In) Serie [ un Mash-Up ( Epifanie / 2 ) ] -VII", ovvero : Breaking Good :

la 6a e 7a stagione di "Dexter", deludenti in un modo quasi tenero, definitivo, irrimediabile...

 

Note : tutti i ''poster'' utilizzati per questo post sono opere di ©Zsolt Molnár (@Zsutti).

Le fotografie in capo e in coda all' ''Intervallo'' sono di ©Antonio La Grotta ( Torre di Babele ).        

Ti è stato utile questo post? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati