Espandi menu
cerca
La legge del Signore

Regia di William Wyler vedi scheda film

Recensioni

L'autore

luca826

luca826

Iscritto dal 22 maggio 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 45
  • Post -
  • Recensioni 1422
  • Playlist 28
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su La legge del Signore

di luca826
8 stelle

Parabola pacifista d'autore sulla scia degli incubi bellici del novecento. L'azione è nel passato ma il focus è sulle nuove generazioni. 8 FORMATIVO

Dopo una lunga preparazione Wyler accelera e negli ultimi 20 minuti lo spettatore è attaccato frontalmente e con le spalle al muro deve reagire allo sguardo di Gary Cooper ferito e rabbioso, ma (!!!) pronto a perdonare sacrificandosi. Una delle scene più commoventi e intense del cinema americano anni 50, dove la reazione stupita e sconvolta del soldato sudista è la 'nostra' reazione stupita e sconvolta. Insomma un colpo da maestro di un grande autore hollywoodiano, dove l'idea artistica è spesso sottovalutata perdendo di vista il peso del producer e del director. E Wyler è un esempio perfetto per constatare la progressione realizzativa di un uomo/regista travolto dalla storia del novecento e di conseguenza spinto verso un'emergenza morale centrale e dominante del proprio immaginario poetico. Mi ricorda la parabola di un altro oriundo famoso: Frank Borzage... Ambedue trapiantati, tutti e due consapevoli di essere per prima cosa dei comunicatori morali senza sottovalutare il talento e la gavetta di chi è partito da lontano. Così La Legge del Signore è l'ennesimo tassello post seconda guerra mondiale, costruito come avverrà per il successivo Il Grande Paese su di uno sfondo western. Partiamo da lontano per arrivare al presente, la guerra fratricida amplifica e simboleggia la sofferenza di ogni conflitto e nell'approccio estremo della non violenza mormonica si crea un corto circuito storico sorprendente. Tre generazioni reagiscono in modo diverso: il bambino nella sua sospensione di responsabilità infantile è entusiasta dello scontro, il capo famiglia di mezza età decide e consiglia ma è l'adolescente al centro del dramma. L'interpretazione psicologica di Perkins rivela il focus dell'autore, riposto nelle nuove leve che devono necessariamente imparare dagli errori degli adulti e costruire un futuro migliore. Purtroppo a volte la realtà può essere sconvolgente e si deve aver la forza di scegliere, perché La Legge Del Signore è un film di formazione, un grande richiamo alle coscienze degli uomini e delle donne che verranno, per arginare il degrado morale della società. Ci sono lungaggini nel primo tempo, è vero, però la pellicola è così sincera e nobile da lasciare spiazzati e colpire duro nel momento dell'inevitabile resa dei conti. E poi quando Gary Cooper imbraccia il fucile e parte alla ricerca del figlio disperso, siamo ai livelli top dell'immaginario cinematografico, un colpo al cuore, un brivido emozionale indimenticabile.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati