Espandi menu
cerca
Full Metal Jacket

Regia di Stanley Kubrick vedi scheda film

Recensioni

L'autore

mck

mck

Iscritto dal 15 agosto 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 173
  • Post 119
  • Recensioni 566
  • Playlist 189
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Full Metal Jacket

di mck
10 stelle

"E invece...dovremmo essere...qui...", ovvero: la Mappa ch'è il Mondo. Mickey Mouse va in VietNam, passando dalla periferia londinese (giro largo).

 

 

Cosa (e il perchè ne è conseguenza m'anche scollegata urgenza) dire, ancora, di nuovo, su FMJ?

 

Ch'è il film cui ritorno sempre qualor'abbisogni d'un metro di giudizio, di un punto di riferimento, di una pietra miliare di paragone, d'una falsariga-filo rosso-linea guida : fmj : il film im-perfetto (montaggio addirittura più difficoltoso delle riprese) per eccellenza: l'errore - voluto - testimonia la fallibilità umana, l'impossibilità del controllo totale (ovvero: la libertà umana, la felicità nella meraviglia) : oida : palladilardo al campo di tiro, lui guarda il bersaglio, noi lui che guarda il bersaglio ed il bersaglio stesso, il bersaglio che ci restituisce la sua di prospettiva, ed il regista nella camera rossa oscura [ews: la camera (di montaggio) verde truffautiana: la morte (di K.) al lavoro] che non-vede la fascia bianca da polso del soldato che a seconda dell'inquadratura c'è-non c'è, s-compare [ombra d'elicottero rivelatrice del PdV ... divino, e, al contrario, i fondali (retroproiettati) oltre il portellone del velivolo che non coincidono con i loro controcampi a 90°], ma noi si, e per un attimo perdiamo il senso dell'orientamento nel set-location ch'è la luce del proiettore rimbalzataci sugli occhi riflessaci dallo schermo ed il circuito aperto-chiuso della Sospensione d'Incredulità va in corto ed in loop per un'inezia come il comprare una valigia scadente per contenere migliaia di dollari, per non Dare nell'Occhio (the killing) : come Vuole il regista...noi non vediamo come Vede il regista [e nemmeno il Sergente Hartman si accorge che, nelle primissime scene iniziali, Gomer Pyle cambia di posto sotto ai suoi (nostri) occhi].  

 

 

"Noi...siamo...qui..."

"Si."

"E invece...dovremmo essere...qui..."

"Si."    

 

 

La mappa che ri-dimensiona il mondo in scala 1:1 e ?? più !!

Il Vietnam civile ricostruito e ricreato demolendo la Londra industriale periferica in dismissione.

E' un'opera eterna e cosmopolita che si riferisce all'adesso come al sempre considerando il futuro coazione a ripetere.

Forzando il PdV: novembre 2011 italia: un governo normale di tecnici professionisti e di professori: un paradossossimorico mai visto: gli architetti della Londra prepost industriale sono gli stessi della Hue (o di Saigon / Ho Chi Minh City) colonizzata e liberata-si ... così come M. Monti è afferente riflesso ritornante del...creare 1 euro e 10 centesimi dal sol(d)o 1€ di partenza per poi magari farlo risultare Due (credito su debito, ricchezza reale dalla virtuale, come la conseguente recapitat'assegnata povertà 1:100, 1:10.000, 1:elevato alla Potenza del Capitale concentrato) con pegno noi. Vi è più senso nel "Papa - Ooma Mow Mow" di "Surfin' Bird"... [a latere: forse la sequenza con l'inserimento di musiche non originali (e l'entrata in scena di Douglas Milsome con la sua steady-cam) più forte e sorprendente del Cinema-tutto].     

 

 

Ricostruire sulle macerie in questo caso senza riciclare gl'inerti, gl'i-nani, gl'inutili avvezzi consueti.

Un Consiglio dei Ministri full metal jacket: simbolo della pace (sperequazione sociale alla gogna, competenza sviluppo-infrastrutture-ambiente) + born to kill (chi la crisi la fa e la disfa). Una mappa dell'italico popolo una volta tanto più dettagliata e precisa, carica e piena del suo suffragio espresso per buon senso più che per senso comune, calata dall'alto come un cecchino deus ex machina che v'infila l'errore, la contraddizione, per renderla più vera viva reale concreta ... possibile: una mappa ch'è il mondo, siamo qui ed invece dovremmo essere qui, ma forse giusto per il tempo dell'Offensiva del Tet siamo al posto giusto al momento giusto e tracceremo noi il percorso [referendum acqua pubblica, nucleare (meglio del Sole quale altra energia Nucleare ? Poi se devi andare su Giove ed oltre l'infinito ok, ma s'è per scrivere opinioni su filmtv.it o simili godurie allora...) e legittimo impedimento, etc...] che Monti & C. vanno percorrendo nella fitta jungla.   

 

 

Il modellino-diorama del labirinto-cervello/giardino-corteccia cerebrale di the Shining (la città di Hue).  La sciarada nella New-chronic-York-city di EWS.  I diorami-trompe l'oeil-tableau vivant di Barry Lyndon (e il PdV del cecchino).  Il finale Orwelliano di A ClockWork Orange (e la sua geometricità bi-tripartita con-simile a tutte le altre opere di K.).  La singolarità insorgente della prospettiva meravigliosa --{il non luogo per antonomasia [in Clarke esplicato, in K. suggerito dai clangori metallici (qui ad opera meravigliosa e allucinata di Abigail Mead, ovvero Vivian Kubrick) d'assestamento-riordino (the Cube) fuori campo (Solaris)], un luogo accogliente su misura ricreato finto (la Probabile Italia) : la camera in cui Bowman si guarda restituirsi lo sguardo, si vede rinascere, o il cratere-cantiere del monolite lunare-ground zero di un 2001 (il monolito emette un segnale, il collasso delle torri leva l'ombra da terra...) non utopico ma ucronico e distopico: siamo qui, dovremmo essere là!!!}-- dell'odissea spaziale (omero-cieco, ulisse-accecatore; le ombre dei fuochi nella caverna platonica: quanto capiamo di quanto crediamo di sapere sull'alta finanza? su internet, sui computer, sul motore delle nostre auto, sul nostro corpo??) : uno scavo su Tycho - l'orizzonte degli eventi (per una piccola,piccola parte del mondo) a Manhattan.  La cabina di pilotaggio più vera del vero del B-52, l'in-esistente war room di Dr. Strangelove,or...  Quilty in veranda e giù giù fin verso all'ancor più veradelvero, traslata, ri-messa in scena del dolore dell'edicolante del Bronx o Brooklyn (lo "stesso" verso la fine di ews: Lucky is Alive) per la morte di F.D.Roosevelt.  

 

 

Ecco, quando ho sentito il discorso d'insediamento di monti chissà perchè ho pensato a papa giovanni paolo primo albino luciani, a salvador allende, a trapattoni che allena l'irlanda e a zeman che allena il pescara... [e come ho scritto in un commento alla playlist di winniedeipooh "macelleria sociale", ultimamente anche a Mr. Wolf / TrashMan... (mentr'ecco un piccolo estratto blobbiano by manigrasso-sciorilli: monti dei pegni,tax driver,l'ultimo samurimurai...) - che però, attenzione, risolve problemi, si, ma sciogliendo cadaveri: bisogna solo intendersi su chi appartenga la salma (al Paese?)], e a Roosevelt: viviamo nel migliore dei mondi di merda possibile, fear and desire... (quella paura che nasce dal restare in attesa per il non poter fare alcun gran che, quel desiderio di voler fare qualcosa...che non sia solo "sparare" ai nemici-capri espiatori-colpevoli sbagliati...).         

 

• Postilla.

Crazy Earl non è pronto, i primi tre vietcong passano e fuggono. Ne passano altri tre, ma ora è pronto. Raffica. Contro campo. Sorriso. "Papa-Oom-Mow-Mow” + “the Bird's the Word” = "Surfin' Bird" by TrashMan. Alla steadycam Douglas Milsome. Guerra = Adrenalina + Idiozia. 

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati