Espandi menu
cerca
Cinquanta sfumature di nero

Regia di James Foley vedi scheda film

Recensioni

L'autore

mc 5

mc 5

Iscritto dal 9 settembre 2006 Vai al suo profilo
  • Seguaci 123
  • Post 1
  • Recensioni 1059
  • Playlist 57
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Cinquanta sfumature di nero

di mc 5
1 stelle

Ho voluto vederlo, consapevole che mi sarei fatto del male. O forse è stata una sfida, contando in una improbabile sorpresa. Nulla. Il film è inguardabile. Brutto da far schifo. E soprattutto irritante. Certo per via di due protagonisti assurdi ma quel che è peggio è una scneggiatura che grida vendetta tale è il suo livello di totale scempiaggine. Sono sincero: ne ho visto un po' piu' della meta' poi non ce l'ho fatta oltre e sono uscito dalla sala in preda ai conati di vomito. Dando per scontato che una porcata del genere non possa piacere agli ometti e che trova il suo pubblico d'elezione nelle spettatrici, ecco, io vorrei sapere da una ragazza (una sola, a campione) che cosa ci ha trovato in una simile oggettiva boiata. Film orribile da qualsiasi parte lo si maneggi. La recitazione fa acqua da ogni lato. Lei (Dakota Johnson, che se le mie informazioni sono esatte pare sia la figlia di Melanie Griffith) che nella sua fragile "arte" va bene giusto per una tale cagatina. Lui (Jamie Dornan) che non sa di nulla, incapace di un solo guizzo di personalita'. I dialoghi sono perfettamente idonei al contesto narrativo: tutto è improbabile, scritto da far pena, assurdo...con quest'ambientino di di ricchi sfondati in cui si inserice senza troppi imbarazzi la nostra Cenerentola, tra feste di beneficenza e altre scontate "robe da ricchi" tipo macchinone e body guard. Poi viene il peggio, vale a dire cio' che è emblema del film stesso: le pulsioni erotiche (palline che vibrano in vagina, sculacciate galeotte e altre immani cazzate che faranno fremere qualche signorina per bene in sala. L'erotismo qui ostentato e rappresentato nei suoi lati piu'(ah ah ah) "inconfessabili", diventa assoluto clichè in un delirio imbarazzante di banalita' soft core. Uno dei punti piu' bassi del cinema contemporaneo.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati