Espandi menu
cerca
Animali notturni

Regia di Tom Ford vedi scheda film

Recensioni

L'autore

alan smithee

alan smithee

Iscritto dal 6 maggio 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 271
  • Post 174
  • Recensioni 4169
  • Playlist 21
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Animali notturni

di alan smithee
8 stelle

Tom Ford in regia conferma più di prima una vocazione innata per la direzione cinematografica e ci attanaglia con un thriller vendicativo e rancoroso legato ad una disputa di coppia dagli effetti davvero crudeli e psicologicamente destabilizzanti.

Jake Gyllenhaal

Animali notturni (2016): Jake Gyllenhaal

VENEZIA 73 - CONCORSO

La vendetta si consuma feroce e pungente nella seconda, riuscitissima opera cinematografica dello stilista Tom Ford, un uomo che sembra nato per fare cinema.

Abbandonato dalla moglie, che lo lascia crudelmente (abortisce il feto concepito con l'uomo a sua insaputa e con la collaborazione del nuovo amante) come pronosticato dalla sua terribile madre Laura Linney (magnifica anche solo in un cameo: sua è la battuta migliore è più  sagace del film: "alla fine tutti diventiamo le nostre madri"), l'uomo anni dopo le invia il manoscritto contenente l'anteprima del suo ultimo romanzo: titolo, dedica e situazioni sono quelle che richiamano ampiamente o la vita coniugale dei due, o quella attuale della donna, che nella lettura della storia drammatica finisce per identificarsi nella vittima del brutale pluriassassinio, uscendo e sconvolta.

Michael Shannon, Jake Gyllenhaal

Animali notturni (2016): Michael Shannon, Jake Gyllenhaal

Non sarà la sola vendetta da parte dell'uomo, visto che i crimini commessi riguardano sia la fantasia del romanzo che il racconto contemporaneo celebrato dal film. 

Tom Ford e' un esteta e non rinuncia ad accostare la bellezza dei corpi nudi, soprattutto maschili, alla carne flaccide del disfacimento inesorabile e "da vetrina", come appaiono dirompenti, scioccanti e straordinarie nell'incipit shock del film. 

Amy Adams

Animali notturni (2016): Amy Adams

E dirige un thriller della vendetta esemplare, abitato da un cast di prima grandezza in cui non a caso Amy Adams e' sostituita nella finzione romanzata dalla sua "gemella" separata Isla Fisher.

Animali notturni riesce ad essere anche una sorta di vendetta della narrativa nei confronti di una realtà  facilitata dal cinema. Pure qui risiede l'écume e la grandezza del film, musicato anche da violini depalmiani che ne rendono palpabile la tensione. 

Gyllenhaal, semplicemente straordinario, conferma di essere al top della sua forma, fisica ma soprattutto recitativa e Michael Shannon, detective con i giorni o forse le ore contate a causa di un tumore, si ritaglia un altro tassello meraviglioso di una carriera che non accenna ad appannrsi. 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati