Espandi menu
cerca
La mia vita da Zucchina

Regia di Claude Barras vedi scheda film

Recensioni

L'autore

alan smithee

alan smithee

Iscritto dal 6 maggio 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 277
  • Post 181
  • Recensioni 4575
  • Playlist 21
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su La mia vita da Zucchina

di alan smithee
7 stelle

La storia tenera di un orfano dal cuore d'oro che riesce a farsi amare grazie alla sua disarmante propensione alla tolleranza e alla capacità di superare i conflitti apparentemente più insanabili.Una storia di adattamento alla vita che parte fitta di ostacoli.La famiglia, anche sui generis o allargata come elemento salvifico indispensabile.

locandina

My Life as a Courgette (2016): locandina

FESTIVAL DI CANNES 2016 - QUINZAINE DES REALISATEUR

Dalla Svizzera il cartoon che farà intenerire l'intero Festival. Con la valida, brillante e cpmmovente sceneggiatura della valida cineasta Celine Sciamma, esperta nel raccontarci storie di borgata ed emarginazione tra giovani, il film d'animazione, girato secondo i parametri dello stop motion simile a certi fortunati prodotti usciti dalla factory di Tim Burton, con faccine stilizzate tutta testa e occhi spalancati, il film ci parla di "Zucchina", piccolo tenero orfano che, perduta anche la madre, finirà, grazie all'interessamento di un poliziotto premuroso, presso una casa di accoglienza di minori. Riuscire ad ambientarsi in quel contesto non sarà facile, ma poi anche gli scogli più duri rappresentati da un compagno decisamente più ribelle ed intransigente della media, ma in fondo tutt'altro che cattivo, verranno appianati.

scena

My Life as a Courgette (2016): scena

scena

My Life as a Courgette (2016): scena

scena

My Life as a Courgette (2016): scena

Ma vie de courgette è girato molto bene nel suo disegno stilizzato ma profuso di particolari spiritosi, scritto in modo da catturare l'attenzione e lasciarsi commuovere da una umanità disarmante di personaggi soli ma non per questo inerti ed impotenti. La Sciamma evita facili retoriche e sentimentalismi spicci per inquadrare il fulcro della problematica e il risultato è appassionante e soddisfcente, in grado di conquistare il pubblico man mano che la vicenda procede verso la conclusione. Ovazioni in sala dopo la proiezione nell'affollata sala del Palais Croisette, ove gli autori, presenti a fine proiezione, sono accolti da un applauso senza fine.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati