Trama

Nonostante gli 80 anni suonati, Claude Lherminier non ha perso nulla della sua prestanza. Con il suo vestito di lino bianco e un foulard colorato, prende un aereo che dalla Francia per un colpo di testa lo porta fino in Florida, dove si reca per far visita alla figlia Alice, sposata a un americano e trasferitasi a Miami. Ben presto, però, saranno chiari gli eventi che, occorsi qualche settimana prima, hanno preceduto (e deciso) il viaggio.

Approfondimento

FLORIDA: L'ULTIMO VIAGGIO DI UN PADRE

Diretto da Philippe Le Guay e scritto dal regista con Jérôme Tonnerre, Florida è l'adattamento di una rappresentazione teatrale di Florian Zeller e racconta la storia di Claude Lherminier, un ottantenne che, al di là di un buon aspetto fisica, comincia a mostrare i primi segni di demenza senile, uno stato che si rifiuta ostinatamente di accettare. Mentre la figlia maggiore Carole vorrebbe che lui non rimanesse da solo, per un capriccio Claude decide di partire per la Florida, nascondendo a tutti le ragioni del viaggio.

Con la direzione della fotografia di Jean-Claude Larrieu, le scenografie di Françoise Dupertuis, i costumi di Elisabeth Tavernier e le musiche originali di Jorge Arriagada, Florida viene così presentato dal regista: «Questa è la prima volta che porto sullo schermo qualcosa di già esistente. Di solito lavoro solo su soggetti originali e, stavo scrivendo una sceneggiatura da quasi un anno, quando ho scoperto a teatro Le pere, la pièce di Florian Zeller. Sono rimasto subito affascinato dall'originalità della messa in scena. La rappresentazione si apre con un padre e una figlia che interagiscono su un palco per quindici minuti circa in un clima di commedia leggera. Vi è poi uno stacco e si passa alla scena successiva, in cui si ritrovano nuovamente il padre e la figlia ma quest'ultima ha il volto di un'altra attrice. Ci si chiede allora se la prima figlia era davvero tale, nasce il dubbio sull'identità del personaggio visto. Si è confusi ed esitanti ma poi gradualmente si scopre che il padre perde la memoria: Zeller, con l'escamotage delle due attrici, riesce a farci entrare in testa il padre e a fornirci il suo soggettivo punto di vista. Si tratta di un grande colpo teatrale.

Adattare la rappresentazione ha comportato come prima cosa il cambio di location e di situazione. Dopo aver cercato diverse soluzioni, Tonnerre ha trovato l'idea del viaggio, di un ultimo viaggio. Niente è più cinematografico di un viaggio da un luogo a un altro. Preciso che il viaggio non è né immaginario né sognato, anche se il comportamento del protagonista potrebbe farlo pensare. Non è qualcosa di mentale: Claude parte realmente per la Florida per riunirsi alla figlia che vive lì. Per me, Florida non è la storia di un uomo che perde lentamente la sua lucidità ma è quella di un padre che desidera rivedere la figlia in Florida. Lei è partita per andare dall'altro lato del mondo e gli manda una cartolina ogni sei mesi mentre Carole, con il suo atteggiamento abbastanza duro, è presente nella sua vita, la vede quattro volte alla settimana e si prende costantemente cura di lui e delle sue esigenze. Ovviamente, Claude ha voglia di vedere la figlia lontana e di stare con lei, è la sua preferita: tutti sappiamo quanto sia ingiusto il diverso modo in cui i genitori amano i figli. Si tratta di una situazione naturalmente crudele ma anche comica, se vogliamo.

Per il ruolo di Claude ho scelto l'attore Jean Rochefort, volevo vederlo tornare al cinema e offrirgli un ruolo su misura per lui. Claude ha qualcosa di shakesperiano, che gli permette di coniugare fantasia e umorismo, doti che Rochefort ha dimostrato più di una volta di avere. Non si è però lasciato convincere facilmente e abbiamo dovuto rimettere mano ad alcuni aspetti del personaggio, aggiungendo quelle dosi aggressive di cui soffre chi è affetto da morbo di Alzheimer. Sandrine Kiberlain interpreta invece il personaggio di Carole, la figlia meno amata di Claude. Carole ha un figlio, dirige una fabbrica di cartone e da sola cerca di prendersi cura del padre. Inoltre, ha un compagno che è impersonato da Laurent Lucas».

Leggi tuttoLeggi meno

Commenti (4) vedi tutti

  • Un superlativo Rochefort tra demenza senile e Alzheimer....piu' dramma che commedia.

    leggi la recensione completa di ezio
  • Seducente nella sua essenzialità grazie alla notevole interpretazione di Rochefort. Ma per favore non classificatela commedia, mi ha trasmesso una tristezza infinita ricordandoci come il tramonto sia pervaso di rimpianti e ricordi amari, mentre spesso la mente ci abbandona indifesi nell'arena del mondo.

    commento di Michi58
  • Nel vedere il film, si ha subito la percezione di una pièce teatrale alle spalle- o meglio- la voglia di rivedere la storia su quattro tavole di palcoscenico.

    leggi la recensione completa di viacristallini99
  • Un grandissimo Jean Rochefort per una storia agrodolce, che intreccia momenti di squisita leggerezza a una riflessione sulla caducità dell'esistenza, tra immaginazione e realtà, memoria e oblio.

    leggi la recensione completa di Springwind
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

ezio di ezio
7 stelle

L'anziano Claude Lherminier (Rochefort)  ha ottant'anni e in passato era a capo di una azienda cartaria ora passata alla figlia (Kiberlain) alle prese con l'Alzheimer del genitore e alla badanti che ne subiscono le conseguenze.Claude ha anche una seconda figlia che vive in Florida e all'insaputa di tutti decide di andarla a trovare,con tutte le problematiche del caso.Il regista Le Guay… leggi tutto

4 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

alan smithee di alan smithee
6 stelle

FESTIVAL DI LOCARNO 2015 - PIAZZA GRANDE   Da Locarno 2015 e precisamente dalla sezione (o vetrina) che è l’amena proiezione serale di Piazza Grande, FLORIDE segna il ritorno, da una parte del regista francese di successo Philippe Le Guay (Molière in bicicletta, Le donne del 6° piano), dall’altra del grande attore Jean Rochefort, qui… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

2019
2019
Trasmesso l'8 gennaio 2019 su Rsi La1
2017
2017

Recensione

ezio di ezio
7 stelle

L'anziano Claude Lherminier (Rochefort)  ha ottant'anni e in passato era a capo di una azienda cartaria ora passata alla figlia (Kiberlain) alle prese con l'Alzheimer del genitore e alla badanti che ne subiscono le conseguenze.Claude ha anche una seconda figlia che vive in Florida e all'insaputa di tutti decide di andarla a trovare,con tutte le problematiche del caso.Il regista Le Guay…

leggi tutto
2016
2016

Recensione

viacristallini99 di viacristallini99
8 stelle

Anche se Jean Rochefort non ha bisogno di presentazioni, emoziona non di meno la sua interpretazione di Claude nel film di Le Guay.  Con soli 84 anni non riesce però a superare l’età del novantenne  Robert Hirsch che ha calcato per primo la scena di questo personaggio ideato per il teatro da Florian Zeller appena 2-3 anni prima.  Eppure, nel vedere il film, si…

leggi tutto

Recensione

Springwind di Springwind
8 stelle

La vecchiaia è un tema scivoloso da affrontare al cinema: i vecchi non fanno audience, ma sono audience e non amano vedersi allo specchio. Il vecchio è sempre immagine della morte in cammino, lo si voglia o no, e a nessuno piace gli si ricordi che la sua fine si avvicina. Anche l'Alzheimer non è certo un tema per tutti i palati, anche se, invece, sembra affascinare i registi…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Uscito nelle sale italiane il 2 maggio 2016
locandina
Foto
2015
2015

Recensione

alan smithee di alan smithee
6 stelle

FESTIVAL DI LOCARNO 2015 - PIAZZA GRANDE   Da Locarno 2015 e precisamente dalla sezione (o vetrina) che è l’amena proiezione serale di Piazza Grande, FLORIDE segna il ritorno, da una parte del regista francese di successo Philippe Le Guay (Molière in bicicletta, Le donne del 6° piano), dall’altra del grande attore Jean Rochefort, qui…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti

Recensione

nickoftime di nickoftime
7 stelle

La grandezza di certi interpreti è quella di riuscire a trasformare un film normale in qualcosa di più. Senza la presenza di Philippe Rochefort e di Sandrine Kimberlain, il nuvo film di Philippe Le Guay sarebbe comunque un prodotto ben fatto ma senza quelle caratteristiche che permettono al film di rimanere impresso nel cuore dello spettatore. Diversamente "Floride" sembra vivere…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
Jean Rochefort, Sandrine Kiberlain
Foto
Sandrine Kiberlain, Jean Rochefort
Foto
2000
2000
FLORIDA: L'ULTIMO VIAGGIO DI UN PADRE

FLORIDA: L'ULTIMO VIAGGIO DI UN PADRE

FLORIDA: L'ULTIMO VIAGGIO DI UN PADREDiretto da Philippe Le Guay e scritto dal regista con Jérôme Tonnerre, Florida è l'adattamento di una rappresentazione teatrale di Florian Zeller e racconta la storia di Claude Lherminier, un ottantenne che, al di là di un buon aspetto fisica, comincia a mostrare i primi segni di demenza senile, uno stato che si rifiuta ostinatamente di accettare. Mentre la figlia maggiore Carole vorrebbe che lui non rimanesse da solo, per un capriccio Claude decide di partire per la Florida, nascondendo a tutti le ragioni del viaggio.Con la direzione della... segue

Extra
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito