Espandi menu
cerca
Susanna

Regia di Howard Hawks vedi scheda film

Recensioni

L'autore

steno79

steno79

Iscritto dal 7 gennaio 2003 Vai al suo profilo
  • Seguaci 209
  • Post 20
  • Recensioni 1348
  • Playlist 106
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Susanna

di steno79
10 stelle

"Bringing up baby" è uno degli esemplari archetipici del genere "screwball comedy" (commedia svitata) degli anni  '30/40, un fiasco di pubblico e critica al momento della sua uscita, ma poi sempre più rivalutato fino ad essere considerato un capolavoro della commedia americana. Certamente è un film che fa ancora ridere di gusto (alcune scene, soprattutto nella prima parte, sono davvero irresistibili), con gag visive orchestrate splendidamente dal regista Howard Hawks, una sceneggiatura dal ritmo indiavolato e un duetto di interpreti che sembrano consumare lo schermo in virtù del loro fascino e di uno scatenato dinamismo recitativo. La sceneggiatura è tratta da un breve racconto di Hagar Wilde, co-sceneggiato dalla scrittrice insieme a Dudley Nichols, dalla struttura molto libera, piuttosto disarticolata ma perfettamente adeguata alla struttura della screwball, risultando una geniale variazione su alcuni temi tipici del regista come il rapporto uomo-donna dove il primo risulta alquanto inetto e la seconda è il vero motore dell'azione.  Da notare che è uno dei primi film in cui viene usata la parola "gay" nel senso di omosessuale: nella scena in cui la zia di Susan chiede a David perchè si trova vestito da donna, nella versione originale Cary Grant esclama "Because I went gay all of a sudden" ("Sono diventato improvvisamente gay", e non credo che ci siano possibili ambiguità), mentre in quella doppiata è stato tradotto in "Perchè sono diventato pazzo", cancellando completamente la sfumatura. Le scene col leopardo e il cane sono esilaranti, per quanto molto "over the top", e il finale in cui viene distrutto lo scheletro del brontosauro a suo modo è memorabile. Una Hepburn così folle non la ritroveremo mai più, mentre Cary Grant asseconda le gag slapstick di Hawks con un talento sopraffino, da commediante di razza.

voto 10/10

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati