Espandi menu
cerca
Giovani si diventa

Regia di Noah Baumbach vedi scheda film

Recensioni

L'autore

FilmTv Rivista

FilmTv Rivista

Iscritto dal 9 luglio 2009 Vai al suo profilo
  • Seguaci 224
  • Post 80
  • Recensioni 6292
  • Playlist 6
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Giovani si diventa

di FilmTv Rivista
8 stelle

Recita un proverbio anglosassone, che incita a cogliere le possibilità della vita: «Il mondo è la tua ostrica». Josh Screbnick, ex regista enfant prodige impantanato da lustri nel montaggio di un documentario monstre, si chiede come esprimere l’esatto contrario di quel detto. Borghesi, colti, senza figli per scelta, lui e la moglie sono aggiornati su ogni novità tecnologica, si godono la propria libertà. Ma l’incontro con l’aspirante cineasta Jamie e la di lui partner fa di colpo somigliare quella libertà a una gabbia invisibile: questi due giovani hipster spontanei, amanti del vintage, allergici all’efficienza dei prodotti Apple, sembrano aver preso possesso di quell’ostrica più di loro. Cantore dolente (da solo o col sodale Wes Anderson) dell’amarezza del privilegio wasp, Baumbach non risparmia cattiveria né per la comunità dei trentenni maniaci di VHS e vinili, né per i suoi coetanei afflitti da crisi di mezza età. Ma la commedia dello scontro generazionale è la superficie di un discorso più affilato e globale: quando Jamie coinvolge Josh nel suo progetto per un documentario su un reduce dell’Afghanistan, il film si trasforma nel sequel ideale di Il calamaro e la balena, un tragicomico thriller sulla mancanza di talento e sull’etica dell’immagine, sul senso di fare cinema nell’era della democrazia del digitale. Sul dramma, ombelicale eppure autentico, di non riconoscere il proprio posto dentro quell’ostrica.

 

Recensione pubblicata su FilmTV numero 27 del 2015

Autore: Ilaria Feole

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati