Espandi menu
cerca
God of Love

Regia di Luke Matheny vedi scheda film

Recensioni

L'autore

berkaal

berkaal

Iscritto dal 16 giugno 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 15
  • Post -
  • Recensioni 129
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su God of Love

di berkaal
8 stelle

Luke Matheny è consapevole di essere buffo, e sfrutta la cosa con grande sagacia. "God Of Love" è un corto di 18 minuti, ben diretto e ancor meglio scritto dal Nostro, trentatreenne all'epoca, e non è altro che la sua tesi per la laurea alla Tisch School Of The Arts dell'Università di New York. Si tratta di pochi minuti, ma densi di contenuto e idee: l'amore, il jazz, le freccette, l'amicizia, ottime sceneggiatura, fotografia e musica, e tante trovate, dalla nostra Vespa che fa tanto nerd, alla "Olympus Foundation", un tocco di classe. Ma chi meglio del regista/attore/autore potrebbe illuminarci? "Sono un grande appassionato di jazz e ho sempre amato la fotografia jazz degli anni '50 e '60. Con Bobby Webster (direttore della fotografia, n.d.r.) abbiamo visionato molti film che contenevano scene di jazz: "I Want To Live" (Non Voglio Morire) e "Paris Blues"sono stati i nostri punti di riferimento. La Nouvelle Vague francese è stata un'altra influenza per il montaggio di alcune scene". Il 27 Febbraio 2011 "God Of Love" vince l'Oscar nella categoria "Best Live Action Short Film", e Luke Matheny viene conosciuto dal grande pubblico per il discorso con il quale accetta il premio, considerato pressoché unanimemente il migliore della serata. Le sue prime parole sono:"Avrei dovuto tagliarmi i capelli".

https://www.youtube.com/watch?v=WyY0KrdpSLk

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati