Espandi menu
cerca

Gli occhi, la bocca

Regia di Marco Bellocchio

Con Lou Castel, Angela Molina, Emmanuelle Riva, Michel Piccoli Vedi cast completo

Guardalo su
  • Amazon Prime Video
  • Chili
  • Chili
  • Chili
In STREAMING

Trama

Fuggito quando era ventenne dall'opprimente famiglia borghese, Giovanni torna a farci i conti per davvero, una quindicina d'anni dopo, in occasione del funerale del fratello Giuseppe, morto suicida. Gli sforzi di Giovanni per adeguarsi alla realtà borghese dei suoi familiari vengono inesorabilmente frustrati da Wanda, la ragazza indiretta colpevole della morte di Giuseppe, innamorato respinto.

Note

Nel suo tipico linguaggio cinematografico antinaturalistico, Bellocchio indaga ancora una volta l'inconscio e la borghesia. Il personaggio di Wanda, refrattario a tutte le regole è il classico "perturbante" destinato a far saltare il coperchio delle repressioni.

Commenti (1) vedi tutti

  • Film un po' pesante in qualche passaggio comunque non molto appassionante anche se gli Attori principali sono in gamba.voto.4.

    commento di chribio1
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

hallorann di hallorann
8 stelle

Alla base del soggetto di GLI OCCHI, LA BOCCA vi è il suicidio del fratello gemello di Marco Bellocchio, Piergiorgio uccisosi negli anni sessanta. Da una dolorosa vicenda familiare il regista piacentino trae spunto per raccontare la storia di una famiglia borghese che alla vigilia del capodanno del 1981 viene colpita dalla morte di Pippo, lo zio Nigi e i nipoti nascondono la causa reale… leggi tutto

3 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

mm40 di mm40
6 stelle

"E finiscila coi pugni in tasca! Sei patetico, un burattino", dice lo zio a Giovanni, il protagonista, in una scena conclusiva del film. La citazione del titolo del primo lungometraggio del regista è chiaramente voluta ed assolutamente appropriata, poichè questo Gli occhi, la bocca è un'ideale prosecuzione, ad una quindicina d'anni di distanza, del discorso cominciato con… leggi tutto

2 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

barabbovich di barabbovich
1 stelle

Colto da afasia creativa, Bellocchio rispolvera il soggetto de I pugni in tasca. Stavolta il suo personaggio dà fondo al carburante distruttivo per rivolgerlo contro la propria donna e la famiglia, in occasione del suicidio del suo gemello in un paese emiliano. Fiacco, improbabile, ridondante di riferimenti psicanalitici, "cervellotico, astruso" (Mereghetti), teatrale, Gli occhi, la bocca… leggi tutto

1 recensioni negative

2020
2020
locandina
Foto
2014
2014

Recensione

barabbovich di barabbovich
1 stelle

Colto da afasia creativa, Bellocchio rispolvera il soggetto de I pugni in tasca. Stavolta il suo personaggio dà fondo al carburante distruttivo per rivolgerlo contro la propria donna e la famiglia, in occasione del suicidio del suo gemello in un paese emiliano. Fiacco, improbabile, ridondante di riferimenti psicanalitici, "cervellotico, astruso" (Mereghetti), teatrale, Gli occhi, la bocca…

leggi tutto
Recensione
2010
2010

Recensione

mm40 di mm40
6 stelle

"E finiscila coi pugni in tasca! Sei patetico, un burattino", dice lo zio a Giovanni, il protagonista, in una scena conclusiva del film. La citazione del titolo del primo lungometraggio del regista è chiaramente voluta ed assolutamente appropriata, poichè questo Gli occhi, la bocca è un'ideale prosecuzione, ad una quindicina d'anni di distanza, del discorso cominciato con…

leggi tutto

Recensione

hallorann di hallorann
8 stelle

Alla base del soggetto di GLI OCCHI, LA BOCCA vi è il suicidio del fratello gemello di Marco Bellocchio, Piergiorgio uccisosi negli anni sessanta. Da una dolorosa vicenda familiare il regista piacentino trae spunto per raccontare la storia di una famiglia borghese che alla vigilia del capodanno del 1981 viene colpita dalla morte di Pippo, lo zio Nigi e i nipoti nascondono la causa reale…

leggi tutto
2007
2007
2006
2006

Recensione

Zarathustra di Zarathustra
8 stelle

Un film carico di forza dove Bellocchio esprime la sua poetica delle immagini. Una specie di seguito di "i pugni in tasca" con dei chiari riferimenti come la proiezione al cinema di quel suo grande e mitico film dell'esordio. Una storia densa e significativa giostrata molto bene dal regista grazie anche a due attori molto bravi. Angela Molina era stata vista da Bellocchio nel film di Bunuel…

leggi tutto
Recensione

Prefazione

Dying Theatre di Dying Theatre

Barbaramente. Oscillano i quattro spiccioli di memoria che porto nelle tasche. Li spenderò svogliatamente, in rhum o in oblio, poco conta l'ingrediente.. è quasi sempre il barman a far la differenza. E non è detto…

leggi tutto
Playlist
2005
2005

BUIO..... A MEZZOGIORNO

spopola di spopola

Dispiace sempre sparare sulla Crocerossa... (quanto meno è un gioco molto facile e scontato: non si sbaglia mai il bersaglio) e forse sarebbe in fondo più giusto e onesto rimandare il giudizio dopo l'effettiva…

leggi tutto
Playlist
2004
2004

Recensione

emmepi8 di emmepi8
6 stelle

Bellocchio ( vicinissimo al periodo Fagioli!!) con Cerami, hanno preso le trame dei Pugni in tasca, dissemminando ancora distruzione nella famiglia, con meno rivoluzione in corpo, ma pur sempre con determinazione. Wanda rappresenta la nota devastante della storia, Giovanni, sessantottino con i remi in barca, si fa coinvolgere da questa, fino alla estrema conseguenza, ma con un motivo di pietà…

leggi tutto
Recensione
2003
2003

Recensione

SONATINE di SONATINE
8 stelle

INTENSO RITRATTO DI UN RITORNO,DI UN "NOSTOS"PRIVATO DELL'ARTISTA,DELLA SUA SCELTA DI RIAFFACCIARSI AD UN MICROCOSMO CHE RITENEVA ESSERGLI ESTRANEO E LONTANO.UN FILM AUDACE,NON PER CIO'CHE MOSTRA,MA PER CIO' CHE TOGLIE:LA MORTE IN DIRETTA,LA SCELTA DELLA FUGA(QUELLA POSSIBILE DI ADESSO E QUELLA DI UN TEMPO CHE FU),LE RAGIONI DEI COMPORTAMENTI,NON DETTATI DA ESIGENZE MORALI MA …

leggi tutto
Recensione

RAGIONAMENTI O DELIRI....

SONATINE di SONATINE

CHE LO PENSI O LO IMMAGINI,PER(IL MAGNIFICO)MARCO BELLOCCHIO IL MONDO SI COSTRUISCE SULLA PERSONALITà DELL'INDIVIDUO E SULLA SUA IMPARI LOTTA CON SE STESSO.

leggi tutto
Playlist
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito