Espandi menu
cerca

50 e 50

play

Regia di Jonathan Levine

Con Joseph Gordon-Levitt, Seth Rogen, Anna Kendrick, Bryce Dallas Howard, Anjelica Huston, Julia Benson, Jessica Parker Kennedy... Vedi cast completo

Guardalo su
  • Netflix
  • Prime Video
  • Prime Video
  • Prime Video
In STREAMING

Trama

Durante una visita di controllo, Adam (Joseph Gordon-Levitt) apprende di essere stato colpito da un cancro che gli lascia il 50% di possibilità di sopravvivenza. La notizia genera sconforto in tutte le persone che gli vogliono bene ma, mentre la madre Diane (Anjelica Huston) e la fidanzata Rachael (Bryce Dallas Howard) sono incapaci di reagire al dolore, Adam non si lascia abbattere. Per evitare che la sua intera esistenza vada in rovina, proverà a vincere paure e sofferenze continuando a vivere in maniera spensierata, grazie anche all'aiuto dell'ilare amico Kyle (Seth Rogen) e al sostegno della bella psicologa Katie (Anna Kendrick), con cui instaurerà un rapporto sempre più tenero.

Approfondimento

IL LATO COMICO DEL CANCRO

La storia di 50 e 50 ripercorre con toni lievi la vera storia dello giovane sceneggiatore Will Reiser che, mentre lavora sul set dello show tv “The Ali G Show” con Sacha Baron Cohen, scopre di avere un grosso tumore alla spina dorsale. Restando fedele al suo comportamento bizzarro e nevrotico, Will non si è mai lasciato sfiorare dall’idea che il male avrebbe potuto essergli fatale, neanche quando si è ritrovato ad affrontare la settimana più difficile e dolorosa della sua vita: quella trascorsa in ospedale. Com’era sua abitudine fare con tutto ciò che gli accadeva, ha deciso di mettere su carta la sua esperienza ma, a dispetto delle previsioni, il compito si è rivelato più arduo del previsto a causa delle emozioni che affioravano tramite i ricordi. Anziché lasciarsi avvolgere da toni cupi, però, Reiser grazie all’aiuto degli amici Seth Rogen e Evan Goldberg, ha tirato fuori gli aspetti più drammatici connotandoli con toni divertenti e sarcastici, senza mostrare alcuni dei trattamenti orribili a cui i pazienti devono sottoporsi proprio per creare una storia universale che non fosse strettamente un’autobiografia: «Il cancro significa che le cellule nel tuo corpo stanno mutando. Non c'è niente di più personale del tuo corpo che è sotto attacco, quindi come ti rapporti con altre persone intorno a te? Non è possibile. Volevo mostrare, in un modo sia dark che divertente e assurdo, perché l'intera esperienza è stata bizzarra. L’umorismo è stata la cosa che mi ha salvato attraverso tutta la vicenda. Ho voluto condividere proprio questo. Mi piace l'idea che questo film permetta alle persone di parlare delle loro esperienze con il cancro e non avere paura di farlo. Penso che sia un bene per noi ridere di una malattia e di quanto sia assurda, ed è anche bene piangerne».

 

ADAM E KYLE, LE DUE FACCE DI REISER

Nel veicolare la sua esperienza in sceneggiatura, Reiser ha affidato al protagonista Adam il compito di rappresentare un giovane uomo che, da perfezionista, si ritrova a fare i conti con qualcosa che non dipende né dal suo controllo né dalla sua volontà e che, inevitabilmente, lo spinge a ridisegnare la sua vita ad un’età in cui la maggior parte dei suoi coetanei pensa a tutt’altro. La scelta per il ruolo è caduta sull’attore Joseph Gordon-Levitt, che in un primo momento, si è trovato spiazzato di fronte ai toni divertenti che avrebbe dovuto sostenere: «Il mio primo istinto è stato: 'Di cosa stai parlando? Non c'è niente di divertente in questo.' Ma la verità è che Will ha trovato un sacco di spunti che sono divertenti per davvero. Poi ho parlato con diverse persone colpite dal cancro e la prima cosa che si nota è che la situazione di ciascuno è diversa. Allora si comincia a vedere che è tragico, ma quando effettivamente parli con persone che ci sono passate, c'è sempre qualcosa su cui ridere. Potrebbe sembrare un po' audace parlare in questo modo di qualcuno che ha il cancro accanto alla colonna vertebrale, ma d'altro canto è la cosa più umana che puoi fare. Sarà un luogo comune, ma riderci sopra fa bene. I personaggi sono fondamentali per l'umorismo e l'umanità del film. Anche se si tratta di una commedia, le persone sono esseri umani a tutto tondo. Si percepiscono come persone reali. Adam, per esempio, è l'ultimo uomo sulla Terra che sarebbe in grado di gestire questa situazione. È il tipo di persona che vive con l'incubo che gli possa venir diagnosticata una malattia terminale, quindi è perfetta l’ironia che succeda proprio a lui».

Ad affiancare Levitt in scena interviene lo stesso Seth Rogen, che si riserva per sé il ruolo di Kyle, il miglior amico di Adam, un personaggio che rappresenta l’antitesi del Reiser drammatico, rappresentandone il lato più stupido di quando stava male: un personaggio che si preoccupa, che cerca di far luce sul cancro e allo stesso tempo di ridere della situazione, cercando di guardare il lato positivo e vedere cosa di buono può venire fuori. Il cancro di Adam è, per lui, una straordinaria opportunità per fare tutto ciò che non ha mai fatto in vita sua, arrivando al punto di usarlo come scusa per manipolare le persone intorno a lui o mezzo di conquista con le donne.

 

 

 

 

 

Note

Fa’ la cosa sbagliata, recitava l’opera seconda di Jonathan Levine, notevole per originalità di scrittura e di casting. Purtroppo il regista ha preso il suo consiglio alla lettera, e per uscire dalla nicchia, con questo 50/50, ha fatto almeno un paio di cose sbagliate: scegliere lo script dell’anonimo Will Reiser, che unisce cancro e commedia (combinazione ormai di tendenza, si vedano Il mio angolo di Paradiso e la serie The Big C ), e mettere insieme un cast che più cauto non si può.

Commenti (4) vedi tutti

  • La vita che crolla improvvisamente con la scoperta del cancro, il tentativo di affrontarlo con leggerezza. Al netto delle parti davvero cruente resta una pellicola che presta il fianco ai facili sentimentalismi, aggirando i momenti davvero pesanti. Risultato modesto ma gradevole.

    leggi la recensione completa di alfatocoferolo
  • Ottimo film.. tema delicato e coinvolgente .. presentato in modo molto realistico e umano con qualche momento divertente e leggero per sdrammatizzare .. regia e sceneggiature riuscite .. voto 8

    commento di nicelady55
  • Banale e stereotipata, secondo i più rigorosi canoni del cinema hollywoodiano, storia di un giovane malato di cancro e delle sue relazioni con parenti amici e medici, macchiette destinate con infamia e senza lode a essere dimenticate al più presto. Il fine è lieto ma lascia del tutto indifferenti.

    commento di Oss
  • L'irresistibile Segh Rogen (sempre se sentito in originale, non certo doppiato!) e la dolcissima nerd-girl Anna Kendrick tutta da sbaciucchiare. Cosa chiedere di più?

    commento di movieman
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

OGM di OGM
8 stelle

Schwannoma neurofibrosarcoma. “Più il nome è lungo, più la forma è grave”, dice qualcuno nel film. Ciononostante Will Reiser (alias Adam Lerner) guarisce, e scrive questa sceneggiatura. Dedicata all’angoscia di avere 50 probabilità di guarire, e 50 probabilità di non farcela. Una prospettiva inquietante, soprattutto se hai appena ventisette anni. Il regista Jonathan Levine mette in… leggi tutto

10 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

alan smithee di alan smithee
6 stelle

TFF 2011 - Concorso. La vita di un giovane ventisettenne brillante e realizzato viene scossa dalla notizia che il mal di schiena di cui soffre da alcune settimane e' dovuto ad una forma tumorale piuttosto rara e grave che richiede immediate cure anche destabilizzanti. Quando anche questi rimedi si rivelano senza esito, e la soluzione sara' solo una rischiosa operazione che presenta solo una… leggi tutto

4 recensioni sufficienti

2021
2021

Recensione

alfatocoferolo di alfatocoferolo
6 stelle

Mi piace Joseph Gordon-Levitt e solo per questo ho concesso una possibilità a un film che sulla carta sembrava avere poche attrattive. Il risultato complessivo è modesto, si cerca di trattare un tema come quello della malattia terminale con leggerezza ed in alcuni frangenti ci si riesce. Il buonismo di fondo e la prevedibilità di certe dinamiche (vedi il rapporto con la…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
2019
2019

Ottobre 2019

LorismaL di LorismaL

Continua il diario delle mie visioni. E' la volta di Ottobre... I Film sono ordinati, come al solito, per anno di uscita.   Serie TV concluse: 1a The Kidding; 1a+2a Romolo + Giuly; 1a Derry Girls; 4a…

leggi tutto
Playlist
2018
2018
Trasmesso il 14 marzo 2018 su Rsi La1
Nel mese di dicembre questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
2017
2017
Trasmesso il 16 gennaio 2017 su Rai Movie
Trasmesso il 15 gennaio 2017 su Rai Movie
2016
2016
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 7 voti
vedi tutti
Trasmesso il 27 marzo 2016 su Rai Movie
Trasmesso il 10 marzo 2016 su Rai Movie
Trasmesso il 9 marzo 2016 su Rai Movie
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 6 voti
vedi tutti
Trasmesso il 20 febbraio 2016 su Rai Movie
Trasmesso il 19 febbraio 2016 su Rai Movie
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti
Nel mese di dicembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2015
2015
Nel mese di novembre questo film ha ricevuto 8 voti
vedi tutti

Recensione

RobertoDM93 di RobertoDM93
8 stelle

50 e 50, è un film basato su una storia vera e la sceneggiatura è scritta proprio dall'uomo che l'ha vissuta.. Adam , è un 27enne  molto tranquillo, passa il tempo con il suo migliore amico e ha una ragazza che ultimamente non gli sta molto accanto anche se lui non crede sia un problema.. non guida..Perchè come dice lui:" La morte per un incidente con l'auto…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito