Espandi menu
cerca
La fuga di Martha

Regia di Sean Durkin vedi scheda film

Recensioni

L'autore

zombi

zombi

Iscritto dal 21 luglio 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 97
  • Post 14
  • Recensioni 1682
  • Playlist 277
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su La fuga di Martha

di zombi
8 stelle

eccoli i veri film dell'orrore, quelli dove una persona, o più persone, ne soggiogano altre in nome di una purezza che è un puro pretesto per fare ciò che vogliono. il film di durkin è una discesa agli inferi di una ragazza fragile con le idee confuse, che entra in una setta per trovare quello che non riesce a trovare "fuori, nel mondo normale". sembra tutto perfetto ed idilliaco nella comunità. una grande fattoria in costruzione e patrick, il padre, il guru, colui col quale le ragazze dovranno fare il rito d'iniziazione. le ragazze "arruolate" attraverso telefonate, vengono prelevate dai loro universi imperfetti e fatte calare nella famiglia dove "devono" ritagliarsi un ruolo, come in qualsiasi altra famiglia, e dove il concetto "fai quello che ti senti" ben presto prende un'altra piega da quello che uno sente o crede che esso significhi. i lenti movimenti di macchina semi circolari di sean durkin sembrano indicarci un intento di inquadrare qualcosa di quel momento, ma sono tutti intenti mancati perchè martha non riusciamo a capirla e sinceramente a volte fa anche scappare la pazienza. nulla o poco della sua psicologia ci viene spiegato, e solo ciò che è successo all'interno della famiglia per noi prende quel significato tipico di tutte quelle comunità che cercano quel qualcosa mancato nella società, ritirandosi in comunità che cercano l'indipendenza assoluta dal mondo esterno. martha scappa dalla "famiglia" cercando rifugio in quel che resta della sua vera famiglia. la sorella maggiore è ben felice di accoglierla dopo due anni di silenzio, ma la convivenza nella residenza estiva diviene sempre più tesa. lucy, la sorella, cerca di aiutare la sorella, ma costei è completamente succube del segreto che si porta dentro. non riesce a liberarsi dei due anni passati nella famiglia che tornano come incubi, incastrandosi in tenebrose dissolvenze in nero. patrick assume le sembianze di un lupo nero delle fiabe che si circonda di ragazzi e ragazze. i primi assumono il ruolo di aiutanti, mentre le seconde saranno le sue adepte-vittime in un terribile gioco in cui un individuo come lui assurge a demiurgo per una comunità raccolta tra i reietti della società. sappiamo fin dall'inizio che martha non godrà di un lieto fine, l'atmosfera così plumbea che grava su quella casa sul lago, e soprattutto le riprese in lontananza fanno presagire lo sguardo di qualcuno in attesa. non vedetelo la sera prima di coricarvi.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati