Espandi menu
cerca

Trama

Rimasto orfano Metello trova lavoro come muratore nel cantiere di un ex operaio diventato ingegnere che, dimentico delle sue origini, è diventato uno sfruttatore senza scrupoli. Arrestato per essersi scontrato con la forza pubblica, mandata a proibire una manifestazione in seguito alla morte di un muratore anarchico, all'uscita dal carcere trova ad aspettarlo Ersilia, la figlia dell'ingegnere. Nel frattempo a Firenze si è fatto strada l'ideale socialista e Metello, abbandonati gli anarchici, partecipa a una manifestazione per ottenere salari più decorosi.

Note

Da un libro di Vasco Pratolini che a metà anni '50 fu un caso letterario, un classico film letterario "alla Bolognini", prezioso e un po' esangue. Splendida fotografia di Ennio Guarnieri, grintosi Ranieri e la Piccolo.

Commenti (1) vedi tutti

  • "Metello" è un film che ha il merito di farsi trasposizione sincera del bel romanzo di Vasco Patrolini. Il giovane Massimo Ranieri incarna la coscienza di classe che si sta facendo strada tra il mondo operaio. Ma la regia del bravo Bolognini non sfugge da un impianto a tratti calligrafico. Nulla comunque che tolga meriti al piacere della visione.

    commento di Peppe Comune
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

lamettrie di lamettrie
9 stelle

Un gran bel film, sotto tutti gli aspetti, anche al giorno d’oggi. 68ino, (si era nel ’70), socialista soprattutto. Esemplare nell’affrescare il socialismo glorioso, quello dell’800. Quelle delle lotte per i diritti dei lavoratori, le uniche che davvero hanno trascinato dietro di sé in modo efficace l’affermazione dei diritti umani. La giusta lotta verso lo… leggi tutto

3 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

mm40 di mm40
6 stelle

Un altro adattamento di un romanzo (Metello di Vasco Pratolini) ad opera di Bolognini, sempre apprezzabile per il gusto e l'eleganza delle ricostruzioni storiche e qui anche per la sobria riproposizione dell'atmosfera di continuo scontro - non solo e semplicemente in senso fisico - sociale dell'epoca, fra classi povere e classi agiate; sintomatico in questo senso è il personaggio… leggi tutto

3 recensioni sufficienti

2021
2021
2020
2020

Recensione

lamettrie di lamettrie
9 stelle

Un gran bel film, sotto tutti gli aspetti, anche al giorno d’oggi. 68ino, (si era nel ’70), socialista soprattutto. Esemplare nell’affrescare il socialismo glorioso, quello dell’800. Quelle delle lotte per i diritti dei lavoratori, le uniche che davvero hanno trascinato dietro di sé in modo efficace l’affermazione dei diritti umani. La giusta lotta verso lo…

leggi tutto
Recensione
Utile per 7 utenti

ADDIO, MAESTRO

ilcausticocinefilo di ilcausticocinefilo

Questo notte se n’è andato. E’ morto uno dei massimi maestri della musica da film, anzi della musica punto. Addio a Ennio Morricone, un mito per tutti noi, cinefili e non. Un gigante. Se…

leggi tutto
2016
2016

1 Maggio: Film sul lavoro

boychick di boychick

Oggi, inutile ricordarlo, è la Festa del Lavoro. Mai come in questo periodo il lavoro è tra i temi più discussi e sentiti. "L'Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro....."…

leggi tutto
2015
2015

Recensione

Carlo Ceruti di Carlo Ceruti
6 stelle

Bolognini realizza un affresco (qua e là di superba bellezza) dell'Italia dei primi del Novecento, dei primi movimenti socialisti e delle lotte sociali. I personaggi sono abbastanza ben definiti, la regia è energica ed imprime il giusto ritmo alla vicenda, ma il film soffre per un finale che appare deludente e frettoloso. Tabellino dei punteggi di Film Tv ritmo:2 impegno:2…

leggi tutto
Recensione
2014
2014
2010
2010

Recensione

mm40 di mm40
6 stelle

Un altro adattamento di un romanzo (Metello di Vasco Pratolini) ad opera di Bolognini, sempre apprezzabile per il gusto e l'eleganza delle ricostruzioni storiche e qui anche per la sobria riproposizione dell'atmosfera di continuo scontro - non solo e semplicemente in senso fisico - sociale dell'epoca, fra classi povere e classi agiate; sintomatico in questo senso è il personaggio…

leggi tutto
Recensione
2009
2009

Tina Aumont

nicolou di nicolou

Tributo alla misteriosa Henriette dallo sguardo felino e dal sorriso malizioso. Compare, seduce e sparisce nel vuoto. Indimenticabile.

leggi tutto

Recensione

sasso67 di sasso67
8 stelle

A mio parere il miglior film di Bolognini, troppo spesso accusato ingiustamente di avere badato troppo alle ricostruzioni ambientali ed alle scenografie, piuttosto che ai contesti storico-politici. Mi sembra l’ora di abbandonare questi pregiudizi aristarchiani (mi riferisco agli intellettuali di stampo marxista che, dopo la guerra, hanno dominato il campo della critica…

leggi tutto
Recensione

Recensione

jonas di jonas
6 stelle

Dal romanzo omonimo di Vasco Pratolini: ai primi del ’900 il giovane Massimo Ranieri partecipa alle lotte sindacali e si barcamena fra varie donne (la matura Lucia Bosé, che lo inizia al sesso; la solida Ottavia Piccolo, che lo sposa; la tentatrice Tina Aumont, che lo spinge a intrecciare una relazione extraconiugale). Il film è rappresentativo della produzione media di…

leggi tutto
Recensione

Fiumi

Redazione di Redazione

Chi ci abita vicino li conosce, ci parla. E sa che sono vivi non solo perché sono in continuo movimento alla ricerca del mare. Per questo alle volte il fiume non è scenario: in certi film la sua natura è forte e…

leggi tutto
2007
2007

Visioni contrapposte della mia città

spopola di spopola

Il cinema riesce a ricreare insolite prospettive e inedite geometrie degli spazi giocando sulle luci e i chiaroscuri, ma anche azzardando “accostamenti” impossibili che la realtà non conosce né conferma, comunque…

leggi tutto
Playlist

Recensione

emmepi8 di emmepi8
8 stelle

Una bella proposta di un cinema italiano che si poteva permettere certe operazioni, ci sono dei didascalismi, ma sempre ben conditi con immagini di pregio,costumi e scenografia veramente apprezzabili. E qui casca l'asino per quanto riguarda la critica, che è cascata sempre sul fatto che Bolognini mirava più alla ricostruzione che alla sostanza, cosa non vera. Il regista ha saputo costruire…

leggi tutto
Recensione
Trasmesso il 4 maggio 2007 su Rete 4
2006
2006
2003
2003

Il mio bolognini

emmepi8 di emmepi8

peccato, mancano all'appello diversi films, come mai??sempre la stessa nn curanza x questo regista, è un peccato..anche ora..!

leggi tutto
Playlist
1970
1970
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito