Espandi menu
cerca
Avatar

Regia di James Cameron vedi scheda film

Recensioni

L'autore

pazuzu

pazuzu

Iscritto dal 2 luglio 2005 Vai al suo profilo
  • Seguaci 99
  • Post 4
  • Recensioni 436
  • Playlist 10
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Avatar

di pazuzu
4 stelle

Allora, vogliamo parlare del film Avatar o dei suoi mirabolanti effetti? No, perché trattandosi del film (pare) più costoso della storia è ovvio che dal punto di vista tecnico ci sia poco da eccepire: il 3D è impressionante, ha una resa notevole e funziona davvero a meraviglia. Ma gli effetti speciali sono così speciali, l'atmosfera generale così artefatta, da non dare mai la percezione di un qualcosa di realmente credibile. In sostanza i tanto decantati (e indiscutibili) miracoli tecnici non sono il mezzo ma il fine stesso del film, e hanno come principale effetto quello di renderlo nulla più che un videogioco con una grafica da paura. O un bellissimo screen saver. Il 3D, come detto, raggiunge risultati strabilianti, i migliori mai visti finora, ma (qui) funziona da anestetico, serve solo a depistare, a distrarre da una sceneggiatura leggerissima che non fa succedere praticamente nulla per un'ora abbondante durante la quale a farla da padrone è solo la noia. Una noia tale da costringere lo spettatore a soffermarsi su particolari secondari altrimenti poco rilevanti: impegnare gli occhi, non potendo impegnare la mente. Insomma, per buona parte della prima ora sembra di assistere ad un'ipotetica nonché futuribile puntata di Quark ambientata in una sorta di paradiso terrestre. Belli i colori, belle le animazioni... Ma la storia? Non pervenuta. E i personaggi? Poco credibili, per via dei caratteri tagliati con l'accetta: i buoni buonissimi da una parte, i cattivi cattivissimi dall'altra. Poi inizia la battaglia, il ritmo sale, e da Quark ci si trova catapultati di botto in una baracconata alla Michael Bay. Che almeno ha l'onestà intellettuale di non far passare i propri blockbuster iperadrenalinici per opere seminali. Perché Avatar questo è: un film d'intrattenimento piuttosto prevedibile che parte molto male e si riprende, per quel che può, col passare dei minuti. Ma passa per un capolavoro della fantascienza perché alla regia c'è nientemeno che James Cameron (un regista medio che non brilla per inventiva) servito da un budget faraonico e riverito da una pletora di adoratori accecati da un paio di occhiali che (qui) hanno il solo scopo di offuscare la vista annebbiare il cervello e annullare ciò che resta dello spirito critico. Missione compiuta.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati