Espandi menu
cerca
Blue Movie

Regia di Alberto Cavallone vedi scheda film

Recensioni

L'autore

mm40

mm40

Iscritto dal 30 gennaio 2007 Vai al suo profilo
  • Seguaci 132
  • Post 16
  • Recensioni 8989
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Blue Movie

di mm40
4 stelle

Brutto passo falso per Cavallone, dopo un lavoro carico di significati come Spell, dell'anno precedente, che aveva rivelato in pieno tutte le sue potenzialità 'autoriali'. Qui il regista milanese ritorna alle velleità erotiche dei lavori precedenti (Afrika, Dal nostro inviato a Copenaghen), soffermandosi compiaciuto su una folta serie di scenette sexy e di accoppiamenti che non fanno che diluire e confondere la già abbastanza criptica trama. Certamente Blue movie vuole rappresentare in sè un piccolo trattato femminista, ma il suo atteggiamento oltranzista (secondo la logica de 'Il corpo è mio e me lo gestisco io') non può pagare più di tanto, ancorandosi a stereotipi e frasi fatte che lasciano il tempo che trovano, sminuendo in sostanza la portata della questione. Cavallone vuole metterci di fronte alla più classica violenza sessuale (dell'uomo sulla donna) ed al trauma che ne consegue, percui ben vengano la violenza, la rabbia, il sangue che caratterizzano numerose scene; ma questo continuo riproporre il sesso come - in pratica - base dei rapporti fra gli esseri umani va forse un po' fuori strada. Ad esempio, la frequenza di scene di fellatio (un paio decisamente molto, molto realistiche) fa intuire che il regista si è lasciato prendere un po' troppo la mano. Gli interpreti sono modesti e quasi tutto il film si svolge in un appartamento: budget ridottissimo, ma ben utilizzato, mentre il regista (ed anche autore della sceneggiatura) riserva per sè il montaggio, forse la parte migliore nel complesso del suo lavoro. Nonostante il risultato mediocre e probabilmente lontano dalle intenzioni di partenza, si intuisce comunque che Cavallone ha un'idea di cinema piuttosto fresca ed originale. 4/10.

Sulla trama

Una ragazza scampata ad uno stupro trova rifugio nello studio di un fotografo. Questo ha un rapporto intriso di sadismo con una sua modella-amante. La ragazza non riesce a superare l'incubo dello stupro.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati