Espandi menu
cerca
Il grande sentiero

Regia di John Ford vedi scheda film

Recensioni

L'autore

OGM

OGM

Iscritto dal 7 maggio 2008 Vai al suo profilo
  • Seguaci 195
  • Post 123
  • Recensioni 3117
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Il grande sentiero

di OGM
8 stelle

Un western che interpreta – senza accenti leggendari – lo spirito biblico dell'esodo, di un popolo che marcia verso la libertà camminando nella polvere del deserto. John Ford non mitizza né gli indiani, né le giubbe blu, né i cowboy, riducendo le loro imprese alla scala della imperfetta iniziativa individuale, non di rado segnata dalla discordia. Contrariamente ai canoni del genere, la moltitudine umana non esprime forza, ed i suoi movimenti (le battaglie, le migrazioni) non hanno la portata di eventi storici epocali. L'autentico protagonista della storia – com'è giusto che sia, in un western – è il territorio, arido, sconfinato ed ostile, che isola, spaventa, affama ed affatica, inasprendo il carattere ed accrescendo, su entrambi i fronti, la rabbia ed il senso di impotenza. Il far west di questo film è disseminato di figure deboli e rozze, costantemente esposte al rischio del ridicolo e facilmente attaccabili con l'arma dell'ironia. Se l'uomo bianco appare spesso abbrutito dall'egoismo e dalla miopia, i pellerossa sono, invece, nel loro piccolo, nobilitati dalla orgogliosa semplicità e dall'umile tenacia con cui inseguono una comune meta. La questione indiana è l'unico elemento della storia ad assumere un significato universale, che investe i grandi temi dell'umanità, della giustizia e dell'uguaglianza. "Il grande sentiero" è, in effetti, un film in cui il vero conflitto armato, senza esclusione di colpi, è tra i bassi interessi materiali di molti e gli elevati valori morali di pochi.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati