Espandi menu
cerca
Creature di Dio

Regia di Saela Davis, Anna Rose Holmer vedi scheda film

Recensioni

L'autore

alan smithee

alan smithee

Iscritto dal 6 maggio 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 313
  • Post 213
  • Recensioni 6335
  • Playlist 21
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Creature di Dio

di alan smithee
6 stelle

locandina

Creature di Dio (2022): locandina

FESTIVAL DI CANNES 2022 - QUINZAINE DES REALISATEURS/ AL CINEMA

Presentato all'ultima  Quinzaine des Réalisateur di Cannes 75, arriva al Cinema il suggestivo e drammatico film irlandese  God's Creatures, Creature di Dio, diretto a quattro mani dalle registe Saela DavisAnna Rose Holmer.

In un paesino di pescatori circondato da un mare quasi sempre agitato e minaccioso, la tragedia dell'ennesimo annegamento di un giovane in mare aperto fa posto alla lieta notizia del ritorno a sorpresa del figlio di una tenace lavoratrice (la sempre ottima Emily Watson) addetta alla lavorazione del pescato.

Scopriamo che il figlio si era recato anni prima in Australia, facendo perdere notizie di sé, a seguito di qualche suo comportamento non proprio limpido, ma non chiaramente specificato.

L'idea del ragazzo è quella di riportare in vita l'allevamento di ostriche che suo padre, morto da tempo, aveva impiantato su un tratto di costa afflitto da una costante e periodica alternanza di maree creando così un più ideale habitat per allevare quella pregiata tipologia di conchiglie.

Ma, quando un particolare fungo si mette a contaminare le prime specie allevate, costringendo a distruggerne buona parte, ecco che l'entusiasmo del ragazzo sprofonda. La sua indole di persona senza controllo delle proprie azioni riemerge così ai danni di una vecchia fiamma del ragazzo che lo denuncia come autore di una violenza.

Emily Watson, Paul Mescal

Creature di Dio (2022): Emily Watson, Paul Mescal

Paul Mescal

Creature di Dio (2022): Paul Mescal

L'amorevole madre del giovane, pur di salvare il figlio da quella che lei ritiene una ignobile accusa non fondata, finirà per convincersi a scagionarlo testimoniando il falso.

Durante un altro evento luttuoso la verità verrà amaramente a galla.

Più che la vicenda in sé, tutto sommato non propriamente originale, è l' affascinante location a rendere il film particolarmente suggestivo ed interessante.

L'ambientazione in un tratto costiero da una parte pescoso e foriero per l'economia locale, ma che presenta anche concreti pericoli per una popolazione marinara che, per tradizione, si ostina a non imparare a nuotare (considerato un atto che porta sfortuna e richiama i peggiori eventi ) rende decisamente più vitale ed interessante questa sorta di thriller sofferto ed indagatore.

Emily Watson

Creature di Dio (2022): Emily Watson

 

Una pellicola che cerca di sondare nella mente e nella psiche dei suoi personaggi, protesi ognuno a cercare di scagionarsi l'un l'altro anche senza volersi minimamente assicurare dell'eventualità che le accuse mosse non siano suffragate da una sacrosanta quanto inaccettabile verità dei fatti.

Nel cast , scelto in modo pertinente e credibile, brilla l'unica vera star del gruppo, ovvero la bravissima Emily Watson, indimenticata protagonista di gioielli d'autore come Le onde del destino, Gosford Park, Le ceneri di Angela, e Ubriaco d'amore.

Affianca la bravissima interprete il nuovo giovane divo irlandese Paul Mescal, letteralmente esploso con il lodato ed apprezzato Aftersun, e prossimo Gladiatore nel sequel tanto discusso a cui Ridley Scott sta lavorando.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati