Espandi menu
cerca
Mama Boy

Regia di Arvin Chen vedi scheda film

Recensioni

L'autore

port cros

port cros

Iscritto dall'8 settembre 2013 Vai al suo profilo
  • Seguaci 45
  • Post 4
  • Recensioni 631
  • Playlist 18
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Mama Boy

di port cros
5 stelle

UDINE FAR EAST FILM FESTIVAL 24

 

Xiao Hong festeggia i suoi ventinove anni, ma è ancora un bambinone attaccato alle gonnelle di mamma, con cui ha un rapporto simbiotico. Inutilmente la donna cerca di organizzargli appuntamenti affinché si sistemi; finito il lavoro in un negozio di acquari, Xiao Hong passa ogni pomeriggio a prenderla all'uscita dal lavoro per tornare a casa con mamma. Il cugino allora lo trascina a forza in un bordello per fargli vivere la sua prima tardiva esperienza sessuale: un asettico motel gestito da un'assertiva tenutaria, Sorella Lele. Xiao alla prima visita non riesce a combinare niente con la ragazza prescelta, ma rimane colpito dalla personalità di Lele, al punto che inizia a frequentare con regolarità la casa di appuntamenti, senza mai fare sesso ma intrattenendosi a parlare con la tenutaria, a cui dispensa pure consigli su come mantenere l'acquario per garantire la sopravvivenza dei pesci.

 

 

Certamente il ragazzo rivede in Lele quella figura materna da cui proprio non riesce a staccarsi. Forse Lele rappresenta per lui una figura di passaggio tra la vera madre, che comincia per la prima volta a trascurare non presentandosi a prenderla al lavoro, e una futura effettiva fidanzata o compagna, che forse farà la sua prima apparizione solo nelle ultime scene. D'altro canto Lele vede in lui, buono e sempre premuroso e gentile, un figlio certamente migliore del proprio, uno scapestrato che la trascina nei pasticci coi suoi investimenti illeciti e truffaldini.

 

scena

Mama Boy (2022): scena

 

 

In uno dei tanti film cinesi , in questo caso di Taiwan, visti al Far East di quest'anno a trattare il rapporto con la figura materna, il regista Arvin Chen usa un tocco delicato nel trattare di una relazione affettiva così insolita. Bravo l'attore Kai Ko a dare vita all'impacciato cocco di mamma Xiao Hong e infatti la pellicola gioca molto sulla simpatia che lo stralunato ed infantile protagonista riesce ad ispirare. Con Vivian Hsu riesce a far funzionare la stravagante ed improbabile coppia.

 

Manca però un po' di brio a Mama Boy per essere la commedia che aspirava a diventare e di certo gli manca totalmente ogni malizia: nonostante l'ambientazione in una casa di appuntamenti a luci rosse è un film totalmente asessuato, anche perché i due protagonisti sublimano ogni tensione erotica nel ballo. Un po' di mordente in più, anche nell'incontro-scontro tra le due “mamme”, non avrebbe fatto male a quella che poteva essere una commedia frizzante.

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati