Espandi menu
cerca
Resident Evil: Welcome to Raccoon City

Regia di Johannes Roberts vedi scheda film

Recensioni

L'autore

YellowBastard

YellowBastard

Iscritto dal 28 luglio 2019 Vai al suo profilo
  • Seguaci 44
  • Post 2
  • Recensioni 328
  • Playlist 6
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Resident Evil: Welcome to Raccoon City

di YellowBastard
3 stelle

Il regista (e fan della saga) Johannes Roberts dopo una carriere un po' in sordina é riuscito a trovare il successo (e l’interesse di produttori e finanziatori cinematografici) con le pellicole 27 metri e il suo seguito 47 metri - Uncaged, un successo che gli ha permesso di essere chiamato a sostituire Paul W. S. Anderson con l’obiettivo di (ri)portare la saga cinematografica Resident Evil alle sue origini, sia come trama che (soprattutto) come atmosfere, nello specifico ai primi due giochi della serie (ovvero proprio quelli più iconici).

 

Resident Evil: Welcome To Raccoon City' Nightmare Trailer Released

 

Ambientazioni che sembrano prese di petto dai giochi originali e che già trasparivano nelle foto e nei trailers a dimostrazione di un’esigenza quasi maniacale nel riportare tali elementi anche nella pellicola.

Peccato che gli aspetti positivi (sempre poi che siano davvero tali) finiscano qui mentre si deve invece poi fare i conti con una trama raffazzonatissima, sfilacciata e a tratti illogica e a personaggi scritti malissimo, spesso fuori posto e/o a tratti irritanti, ulteriormente declassati da una recitazione pessima e condita da effetti speciali mediocri.

 

Una storia, che mischia gli eventi dei primi due capitoli ma sfruttandone solo qualche spunto e riutilizzandone alcune location, con poco ritmo e privo di mordente, con una messa in scena dozzinale e deviazioni dal materiale originali pretestuosi e/o gratuite oltre che sviluppate molto male, quasi alla stregua del peggiore dei b-movie, che forse era effettivamente nelle intenzioni del regista data l’evidente dipendenza della saga videoludica verso tali prodotti, ma che ottiene invece il risultato di annoiare il pubblico invece di divertirlo.   

Perché purtroppo questo nuovo Resident Evil sbaglia praticamente tutto.

 

Resident Evil: Welcome to Raccoon City” ????????????????? ?????????????????  | JEDIYUTH

 

A partire da un budget decisamente inferiore a quanto necessario per raccontare la storia (la stessa Raccon City così ben presente anche nel titolo si limita a quattro angoli e alla presenza di pochissimi abitanti) e continuando anche dal cast (Kaya Scodelario, Avan Jogia, Robbie Amell, Tom Hopper, Hannah John-Kamen, Neal McDonough, Donal Logue) e dalle prove attoriali (ma non é nemmeno tutta colpa loro quanto di una sceneggiatura quasi farsesca e con dialoghi spesso ridicoli), a personaggi trasformati (e non in zombie) privi di qualsiasi spessore o completamente “sbagliati” rispetto alle origini, a una trama sfilacciata che si svolge in modo confuso e con diversi buchi logici per finire poi ad effetti speciali al minimo sindacale (e qui si torna al tema del budget infelicemente fallace) e se le ambientazioni e le atmosfere rip-off al videogioco riescono a sorprendere favorevolmente i vecchi fan della saga almeno nei primi minuti della pellicola con il proseguo tutti i nodi vengono clamorosamente al pettine e lo sconforto (e la rabbia) non può che prendere il sopravvento su qualsiasi altro tipo di analisi.

Un vero disastro.

 

VOTO: 3

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati