Espandi menu
cerca
Blue Bayou

Regia di Justin Chon vedi scheda film

Recensioni

L'autore

alan smithee

alan smithee

Iscritto dal 6 maggio 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 293
  • Post 194
  • Recensioni 5453
  • Playlist 21
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Blue Bayou

di alan smithee
4 stelle

locandina

Blue Bayou (2021): locandina

FESTIVAL DI CANNES 74 - UN CERTAIN REGARD

Il trentenne Antonio LeBlanc è di evidenti origini asiatiche, ma vive sin da piccolo nelle zone paludose e verdeggianti della Louisiana che lo ha accolto da figlio adottivo, e che da sempre ormai egli considera come il proprio luogo natale, avendo completamente perso ogni contatto con la Corea delle sue origini etniche.

I problemi seri arrivano a scalfire la sua serenità familiare, che si traduce nei gesti amorevoli riservati alla dolce consorte Kathy (la nota Alicia Vikander) e alla figlia di lei ancora bambina, quando l'uomo scopre che, considerato il suo status originario di coreano, potrebbe essere destinato ad essere deportato, in considerazione del deteriorarsi dei rapporti tra le due nazioni.

E' l'inizio di un incubo che si concentra su un americano piccolo, ma dal comportamento esemplare, onesto lavoratore indefesso da sempre completamente inserito in un contesto di spirito americano con al centro quel senso di realizzazione personale e di raggiungimento dei propri sogni, che domina e prevale negli obiettivi di vita del popolo a stelle e strisce.

Justin Chon, Alicia Vikander, Sydney Kowalske

Blue Bayou (2021): Justin Chon, Alicia Vikander, Sydney Kowalske

Vondie Curtis-Hall

Blue Bayou (2021): Vondie Curtis-Hall

Justin Chon

Blue Bayou (2021): Justin Chon

Terza opera da regista per Justin Chon, fino a poco tempo prima conosciuto prevalentemente come attore, dopo Ms. Purple del 2019 e Gook premiato al Sundance e agli Indipendent Spirit Award nel 2017.

Chon sviluppa la storia con toni sin eccessivamente melodrammatici, esaltando la bellezza tutta particolare del bayou affascinante che circonda la Louisiana, con le sue paludi difficilmente accessibili, e l'atmosfera affascinante, ma al contempo un po' soffocante e nauseante delle paludi che caratterizzano ancora oggi buona parte della periferia non abitata.

Forte di un'atmosfera che sospende almeno in parte il contesto temporale su cui poggiare esattamente la vicenda, Chon si perde in eccessive concessioni verso la lacrima, facendo perdere alla vicenda il suo spessore civico, in rapporto alle decisioni che stanno alla base dell'incubo che affligge il nostro tribolato protagonista.

locandina

Blue Bayou (2021): locandina

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati