Espandi menu
cerca
Bangkok, senza ritorno

Regia di Jonathan Kaplan vedi scheda film

Recensioni

L'autore

FilmTv Rivista

FilmTv Rivista

Iscritto dal 9 luglio 2009 Vai al suo profilo
  • Seguaci 222
  • Post 80
  • Recensioni 6292
  • Playlist 6
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Bangkok, senza ritorno

di FilmTv Rivista
4 stelle

Da una cittadina dell’Ohio a un inospitale e fatiscente carcere thailandese, il Brokedown Palace. Alice e Darlene, due studentesse, fresche di diploma, fingono di partire per le Hawaii e sbarcano in un hotel con scarafaggi, da sei dollari a notte, nella brulicante, calda ed esotica Bangkok. Turiste per caso e incoscienti per natura stringono un’affettuosa amicizia con una bionda canaglia australiana, accettano di raggiungerlo a Hong Kong e all’aeroporto vengono arrestate: nello zainetto delle due sprovvedute ci sono 13 libbre di eroina purissima. Carcere duro, punizioni, latrine, sevizie e inganni orientali, verbali firmati con imprudenza, processo sommario, corruzione e condanna pesantissima. L’amicizia femminile traballa, un avvocato americano, sposato con una thai, ricorre in appello, le blatte entrano nell’orecchio e provocano un’infezione, le occhiaie si espandono con la disperazione e le carceriere hanno il ghigno delle kapò. Jonathan Kaplan gira, senza guizzi e con tutti i cliché possibili, questo filmetto, illuminato, qua e là, dai volti di Claire Danes e, soprattutto, di Kate Beckinsale. Così svogliato e stiracchiato da non sfiorare lo standard di una nobile serie B.

 

Recensione pubblicata su FilmTV numero 24 del 2000

Autore: Enrico Magrelli

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati