Espandi menu
cerca
Bo Burnham: what.

Regia di Bo Burnham, Christopher Storer vedi scheda film

Recensioni

L'autore

mm40

mm40

Iscritto dal 30 gennaio 2007 Vai al suo profilo
  • Seguaci 143
  • Post 16
  • Recensioni 9474
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Bo Burnham: what.

di mm40
7 stelle

Un’ora di musica, comicità, poesie, racconti con Bo Burnham, tra ironia, demenziale e politicamente scorretto.

Il ragazzino terribile, l’enfant prodige della comicità americana, il fenomeno di YouTube Bo Burnham torna con il suo secondo spettacolo dal vivo a tre anni di distanza dal primo (Words words words, del 2010): ha solo 22 anni, ma sa già stare sul palco come un veterano e i miglioramenti rispetto al precedente show, già folgorante e caleidoscopico, sono evidenti. Burnham intrattiene il suo pubblico con qualsiasi cosa gli passi per la mente: oltre a musica e stand up comedy, ci sono qui poesia, fiabe, numeri di magia, sketch mimici e chissà cos’altro. La principale arma del giovane comico è comunque l’autoironia, sempre mantenuta viva, e uno dei punti cardine del suo spettacolo – come in Words words words, d’altronde – è il disvelamento continuo della quarta parete, l’ammiccamento alla realtà nel bel mezzo della rappresentazione di fantasia. Un’ora (tonda) a questi livelli e con questi ritmi ne equivale a parecchie altre di tanti pur validi intrattenitori. Burnham è anche autore del copione e firma qui la regia insieme al più esperto Christopher Storer. 7/10.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati